Oggi l'ultimo saluto a Francesco Comanducci.

Oggi l'ultimo saluto a Francesco Comanducci.
Oggi l'ultimo saluto a Francesco Comanducci.

La Valtiberina Toscana dà oggi l’ultimo saluto a Francesco Comanducci, scomparso sabato 17 febbraio. Chi non è più giovanissimo lo ricorda assai bene, se non altro per la funzione essenziale che ebbe nella vita sociale e culturale di Sansepolcro, Anghiari e un po’ di tutta la parte toscana della vallata. A lui si deve in gran parte la nascita del Museo Civico di Sansepolcro. E’ stato dirigente del Comune di Sansepolcro e direttore appunto del Museo civico (allora chiamato Pinacoteca comunale) e della biblioteca comunale dal 1972 al 2004. Durante la sua direzione è stata riorganizzata la pinacoteca comunale, divenuta nel 1975 Museo civico, con importanti interventi sia sull’allestimento e la valorizzazione del patrimonio artistico, sia per quanto riguarda la struttura che lo ospita con il recupero di nuovi spazi; così come pure la biblioteca comunale, trasferita quello stesso anno nell’attuale sede di Palazzo Ducci Del Rosso. Con il suo lavoro ha contribuito a fare di queste realtà due moderni centri di riferimento culturale della città, e come dirigente dei servizi culturali e scolastici del Comune di Sansepolcro ha sostenuto con passione e amore la vita culturale e associativa della città. Grande professionista e personalità di spicco della cultura a Sansepolcro ma anghiarese doc (e delle sue origini andava orgoglioso) viene pianto ora da tantissime persone, a cominciare dal sindaco Mauro Cornioli e da tutta l’amministrazione comunale. Anche Tevere Tv partecipa al dolore della famiglia e ricorda Francesco Comanducci.