Strade ridotte ad un colabrodo: dopo le recenti piogge sono peggiorate le condizioni delle arterie della vallata.

Strade ridotte ad un colabrodo: dopo le recenti piogge sono peggiorate le condizioni delle arterie della vallata.
Strade ridotte ad un colabrodo: dopo le recenti piogge sono peggiorate le condizioni delle arterie della vallata.

Attenzione puntata sulla E45, ma non mancano le problematiche anche lungo le arterie urbane ed extraurbane della vallata. Si susseguono nel web le polemiche di molti utenti della strada così come nelle varie aule consiliari la presentazione di interrogazioni e petizioni da parte delle varie forze politiche interessate, riguardanti le pessime condizioni delle strade che si presentano, in alcuni casi, al limite della transitabilità. I soldi ci sono, in alcuni casi, ma le lungaggini burocratiche bloccano le situazioni di riqualifica, in altre realtà invece mancano proprio le risorse. Sotto accusa molte strade in tutta la vallata: eclatante la situazione della viabilità alternativa alla E45 in territorio toscano, praticamente inesistente o maltenuta. Nell’Alto Tevere umbro invece sono arrivate alcune risposte riguardo alla sistemazione di alcune importanti arterie nel territorio comunale di San Giustino, ma attendono invece risposte certe gli utenti delle strade tifernati. Situazione impraticabile e pericolosa quella della zona industriale che conta decine di vere e proprie voragini in uno dei punti più trafficati non solo da auto, ma spesso anche da mezzi pesanti che raggiungono le varie aziende locali. Esasperati i cittadini della frazione Piosina costretti a spostarsi su una strada divenuta ormai una vera e propria mulattiera. Alla luce di ciò quali sono le soluzioni da poter prendere in considerazione? E soprattutto in che maniera enti ed istituzioni locali possono dare speranza ai cittadini siano essi guidatori, ciclisti o pedoni? Punti interrogativi questi che attendono risposta da nord a sud della Valtiberina umbra e toscana.