Le eccellenze artistiche della tradizione valtiberina primeggiano al "Merletto di Venezia"

  • Le eccellenze artistiche della tradizione valtiberina primeggiano al "Merletto di Venezia"
  • Le eccellenze artistiche della tradizione valtiberina primeggiano al "Merletto di Venezia"
  • Le eccellenze artistiche della tradizione valtiberina primeggiano al "Merletto di Venezia"
Le eccellenze artistiche della tradizione valtiberina primeggiano al "Merletto di Venezia"

Il tombolo di Anghiari e il merletto di Sansepolcro si distinguono al concorso nazionale "Un Merletto per Venezia". L’arte dell’artigianato artistico della Valtiberina si conferma fra le migliori d’Italia. Al concorso, giunto alla 5^ edizione e dedicato all’arte del merletto ad ago e a fuselli hanno infati primeggiato le opere di due merlettaie dell’associazione anghiarese e una menzione speciale per la presidente dell’associazione della Città di Piero. Elena Bartolini e Carla Zanchi, dell’associazione culturale “Il Tombolo di Anghiari” hanno primeggiato nella sezione “merletto a fuselli – stile antico” sul tema “Cocktail di colori” con l’opera “Il palcoscenico delle arti” progettata di Michele Foni. Teresa Andrzejewski, anche lei dal borgo anghiarese, ha ottenuto il primo premio della Fondazione Adriana Marcello nella sezione “merletto a fuselli – stile antico” con l’opera “Liber-Arte” da lei stessa progettato. Anna Capozzi Del Sere, presidente dell’associazione biturgense “Il merletto della città di Piero”, dopo essersi classificata al 1° posto per due anni consecutivi nella categoria merletto a fuselli stile antico, quest'anno ha ricevuto il premio Menzione speciale- Palazzo Mocenigo. Anna si è presentata con l’opera dal titolo "Visioni" liberamente ispirata alla battaglia di Eraclio e Cosroe, nel ciclo di affreschi "La leggenda della Vera Croce" di Piero della Francesca. L'ideazione e la creazione hanno visto la preziosa collaborazione di Donatella Zanchi, artista di Sansepolcro, che ha curato la parte grafica, pittorica e decorativa. Il merletto è un mezzo attraverso il quale il territorio valtiberino riesce ad esprimere la sua attitudine al bello e alla creatività. Le opere che hanno partecipato alla 5^ edizione del concorso "Un merletto per Venezia" sono attualmente visibili presso il Museo di Palazzo Mocenigo, poi saranno esposte al Museo della Scuola del merletto di Burano per un anno.