Spray al peperoncino in un bar a Città di Castello. Indagano i Carabinieri

Spray al peperoncino in un bar a Città di Castello.  Indagano i Carabinieri
Spray al peperoncino in un bar a Città di Castello. Indagano i Carabinieri

Panico in un noto bar di Città di Castello dove lo scorso fine settimana è stato spruzzato uno spray urticante all’interno della sala giochi posta nel retro del locale. Probabilmente si è trattato di uno spray al peperoncino che in pochi minuti ha fatto letteralmente scappare i clienti. Il gestore ha chiamato i soccorsi e subito sul posto sono giunti carabinieri e Vigili del fuoco. Escluse fughe di gas o principi d’incendio i carabinieri hanno ipotizzato che all’interno del locale fosse stata spruzzata una sostanza fortemente irritante, come appunto uno spray al peperoncino, che ha subito saturato l’aria. Nonostante il panico, riferiscono i gestori, nessuna delle persone presenti in sala è rimasta coinvolta e non si è reso dunque necessario l’intervento del 118. Spetta ora ai militari, coordinati dal luogotenente Fabrizio Capalti, eseguire i rilievi nel locale per accertare l’accaduto e visualizzare le immagini delle telecamere di videosorveglianza del bar per risalire eventualmente all’autore del gesto. Un reato non nuovo in Alto Tevere, ricordiamo infatti nel mese scorso il grave fatto avvenuto all’ospedale di Umbertide dove a farne le spese furono i pazienti in attesa nelle sale del pronto soccorso. In quella occasione i locali furono evacuati e le persone convolte furono sottoposte ad aerosol per aver respirato la sostanza urticante. In pochi giorni si concluse l’indagine dei carabinieri di Umbertide.