Sport Calcio, il Trestina perde col Grassina per 2-0

Sport Calcio, il Trestina perde col Grassina per 2-0
Sport Calcio, il Trestina perde col Grassina per 2-0

Quella di ieri con il Grassina non è stata sicuramente una delle migliori prestazioni dei ragazzi di Cerbella, ma nonostante ciò i bianconeri avrebbero potuto portare a casa quel punticino che avrebbe consentito di muovere la classifica se il calcio di rigore di Belli non si fosse infranto sul palo.
Così dopo cinque turni utili consecutivi si ferma la corsa dei ragazzi del Presidente Bambini.
Di certo per il Trestina non abituato ai campi sintetici, il terreno di gioco ha avuto la sua importanza , negativa per i bianconeri e positiva per i rossoverdi di Mr. Innocenti più abituati al sintetico, prova ne è che i locali non hanno mai perso tra le mura amiche.
Da notare anche il fatto che il campo di dimensioni ridotte specie in larghezza ha limitato di molto il gioco del Trestina gioco che si svolge prevalentemente sulle fasce.
Complessivamente non possiamo accampare scuse visto che i locali per quanto espresso in campo hanno meritato la vittoria che però è maturata grazie ad un calcio di rigore da rivedere come da rivedere è quello concesso al Trestina per un sospetto fallo su Khribech entrato da appena un minuto.
L'unica cosa della quale siamo sicuri è l'inadeguatezza della terna arbitrale per un campionato nazionale, ma non perché possa aver danneggiato il Trestina ma per il fatto di aver distribuito ammonizioni a destra e a manca senza vere e proprie motivazioni.
Tra l'altro non vedo l'ora di vedere le motivazioni dell'espulsione di Khribech a gara ormai terminata.
Incerti anche gli Assistenti che, come spesso succede, non si prendono mai la responsabilità di una decisione.
Per quanto concerne la partita, dopo un primo tempo di leggera supremazia locale senza però alcuna occasione da rete se non quella avuta per il fatto che il secondo Assistente non ha segnalato un macroscopico off-side, ne secondo tempo il Grassina è passato in vantaggio su calcio di rigore con Baccini al 22°(visto e rivisto il fallo è iniziato sicuramente fuori area), ma al 34° i bianconeri hanno avuto l'opportunità di agguantare il pari ma la palla calciata da Belli che aveva spiazzato l'estremo difensore ospite e andata a sbattere sul palo. La seconda rete dei locali al 4° minuto di recupero dei quattro concessi, non ha avuto praticamente alcuna influenza sul risultato finale.
Ora non resta che rimboccarsi le maniche e prepararsi a dovere per la prossima gara con il Pomezia, una partita da vincere assolutamente per non essere risucchiati nella zona pericolosa della classifica.