Lungo Tevere a Città di Castello: interrogazione di Castello Cambia per una maggiore manutenzione.

Lungo Tevere a Città di Castello: interrogazione di Castello Cambia per una maggiore manutenzione.
Lungo Tevere a Città di Castello: interrogazione di Castello Cambia per una maggiore manutenzione.

“Più manutenzione e controlli” questo ha chiesto Vincenzo Bucci capogruppo di Castello Cambia, nel consiglio comunale dello scorso martedì 30 luglio in un’interrogazione firmata con la collega Emanuela Arcaleni.

Lo stato di manutenzione della pista ciclopedonale sul fiume Tevere torna al centro dell’attenzione ed è  lo stesso Bucci a evidenziare come nonostante l’accordo con Afor, (l’agenzia forestale umbra) la parte del trestinese sia lasciata alla spontaneità, specialmente per quel che riguarda il passaggio di mezzi agricoli e l’uso di fitofarmaci. Al proposito Bucci propone una linea per i soli mezzi agricoli che sia anche a protezione dall’uso di fitofarmaci, cercando di sensibilizzare alla questione anche il comune di Montone, dopo che già quello di Umbertide ha presentato il regolamento sui fitofarmaci ed è coinvolto su questa vicenda.

A rispondere all’interrogazione è l’assessore tifernate all’ambiente Massimo Massetti che sottolinea come già nell’ultimo periodo il comune si sia avvalso di Afor per interventi riguardanti la caduta di piante suggerendo lo steso soggetto anche agli altri comuni della zona. L’assessore ha aggiunto che la sua amministrazione è consapevole della presenza di varie criticità e che è in atto su questo un rapporto fra la municipalità e le categorie interessate.