SEI Toscana fra risarcimenti e nuove assunzioni

SEI Toscana fra risarcimenti e nuove assunzioni
SEI Toscana fra risarcimenti e nuove assunzioni

Si è tenuta martedì una importante assemblea dell’Ato rifiuti in cui si è principalmente parlato dei gravi danni conseguenti i disservizi creati dal gestore Sei Toscana che molti comuni della toscana hanno dovuto sopportare. Una situazione nata dal mancato rinnovo contrattuale al personale che operava da anni, sostituito con affidamenti a cooperative esterne ai territori, che ha creato forti disagi. Ato dunque chiederà i danni di quanto accaduto a SEI Toscana.

Intanto la parte manageriale del gestore stesso si è riunita oggi assieme alle Organizzazioni sindacali. Un programma condiviso per l’assunzione di oltre 150 persone, riorganizzazione dei servizi e del personale operativo per ogni cantiere al fine di ottimizzare efficienza e funzionalità del servizio, necessità di avere al più presto da parte di Ato Toscana Sud l’approvazione del Piano di Ambito così da uscire da una situazione che impedisce alla società un’organica e definita pianificazione delle risorse umane e tecnologiche. Sono questi i tre punti principali emersi oggi nell’incontro. Nello specifico, la Società e le Organizzazioni Sindacali hanno concordato di procedere all’assunzione di 45 lavoratori a tempo indeterminato individuati secondo l’ordine della graduatoria dell’accordo sindacale del marzo scorso.

Sei Toscana è intenzionata anche a procedere alla verifica dell’inserimento di ulteriore personale nella misura di 50/60 unità con la forma contrattuale più idonea. Tale rapporto verrà instaurato per la durata di almeno un anno e comporterà, a seguito della sua revisione in prossimità della scadenza, la valutazione circa la definitiva stabilizzazione del personale coinvolto. L’azienda si impegna a coprire il turnover per le annualità 2019 e 2020 con l’assunzione a tempo indeterminato nella misura di almeno il 60% attingendo prioritariamente dalle suddette unità.