Niente addobbi per il Palio. Il fasto delle feste settembrine biturgensi quest'anno ha contrastato con l'eccessiva sobrietà delle vie del centro storico.

  • Niente addobbi per il Palio. Il fasto delle feste settembrine biturgensi quest'anno ha contrastato con l'eccessiva sobrietà delle vie del centro storico.
  • Niente addobbi per il Palio. Il fasto delle feste settembrine biturgensi quest'anno ha contrastato con l'eccessiva sobrietà delle vie del centro storico.
Niente addobbi per il Palio. Il fasto delle feste settembrine biturgensi quest'anno ha contrastato con l'eccessiva sobrietà delle vie del centro storico.

A Sansepolcro bellissima festa del Palio della balestra nel pomeriggio domenicale, cortei storici però alla fine della giornata troppo separati e indipendenti, perché cinque diverse parate per quanto possano piacere al tantissimo pubblico presente se sono così eccessivamente autonome creano sconcerto e confusione, ma questi sono solo dettagli minimi per una manifestazione pienamente riuscita, appunto però in piazza e per il corso. Quanto al resto, beh, bisogna dire che qualcosa davvero non funziona, perché l’immagine di Sansepolcro, peraltro città bellissima, è rimasta quella solita: scarsi addobbi da rievocazione d’epoca, bandiere e stendardi quasi esclusivamente in piazza Torre di Berta, Via Matteotti e dintorni, palazzi gentilizi, torri vetuste così come semplici (ma antiche) case terra-cielo disadorne, vicoli non abbelliti, e così via. E’ un problema di attaccamento alla propria città, un problema di organizzazione capillare, un problema di mancanza di comunicazione in un centro urbano che per ragioni storiche non ha mai davvero brillato per coesione interna, neppure nelle manifestazioni d’immagine come questa. Va detto che il Comune e i commercianti così come i gruppi storici ci stanno provando, ma è anche evidente che c’è ancora un ampio e lungo lavoro da fare.