Feste dell'800 a Umbertide: vince la goliardia del gruppo dei briganti. Carabinieri denunciano un uomo per danneggiamenti

Feste dell'800 a Umbertide: vince la goliardia del gruppo dei briganti. Carabinieri denunciano un uomo per danneggiamenti
Feste dell'800 a Umbertide: vince la goliardia del gruppo dei briganti. Carabinieri denunciano un uomo per danneggiamenti

Si è conclusa l’edizione 2018 delle Feste dell’800 ad Umbertide fra tradizione scherzi e qualche nota stonata. La pioggia infatti non ha fermato la voglia di far festa degli umbertidesi che con questa rievocazione storica da anni animano le piazze e le vie del paese con un vero tuffo nel passato.

E non si è fermata nemmeno la goliardia del gruppo dei Briganti che come ogni anno ha messo in atto lo scherzo alle ai danni delle taverne avversarie: nella notte di sabato i banditi hanno preso di mira la raffinata taverna dei Tintori trasformandola nell'ospizio "Villa Arzilla" e sostituendo mobilio e suppellettili con letti, sedie a rotelle, pappagalli e padelle, per ricordare ai signori e signore benestanti che soldi e potere non risparmiano la vecchiaia a nessuno, ricco o povero che sia.

Ma oltre allo svago, al divertimento e alla trasformazione della città fra garibaldini, dame e briganti, collateralmente le forze dell’ordine sono state impegnate in un fatto di cronaca. Venerdì notte infatti un uomo è stato sorpreso dalla Polizia locale e dai volontari della protezione civile mentre stava danneggiando le automobili parcheggiate in via Gabriotti. I Vigili lo hanno subito fermato e identificato allertando di concerto i carabinieri della locale stazione: l’uomo, in evidente stato d’ebrezza, un 43enne residente a Sant’Orfeto, con vari precedenti penali per reati compiuti nel perugino, è stato denunciato per danneggiamenti, minacce ed altri reati minori oltre ad essere stato sanzionato per lo stato di manifesta ubriachezza.