Investimenti per la crescita dell'ospedale di Sansepolcro

Investimenti per la crescita dell'ospedale di Sansepolcro
Investimenti per la crescita dell'ospedale di Sansepolcro

La Asl Toscana sud est lo ribadisce: all’ospedale di Sansepolcro proseguono gli investimenti per la crescita. Ed è stato lo stesso Enrico Desideri, direttore generale dell’Azienda, a rilanciare in Valtiberina il ruolo dell’ospedale biturgense fornendo alcuni dati. Eccoli in sintesi: accessi al Pronto Soccorso: al 30 settembre 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si sono registrati 322 accessi in più (+2,9%); specialistica ambulatoriale: nei primi 8 mesi del 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, i volumi di attività sono aumentati del 2,73% (con 6.326 prestazioni in più); accessi alla sala operatoria, incluso l’ambulatoriale: l’attività è rimasta invariata tra il 2017 e il 2018; inoltre la fuga dei residenti verso ospedali di altre regioni è calata di 106 unità; in più sono stati appena assunti 2 medici di Medicina Interna che entreranno al lavoro entro la fine del 2018; infine è in fase di assunzione un diabetologo che presterà servizio tra l’ospedale del Casentino e quello della Valtiberina. E Massimo Gialli, direttore dell’ospedale, ha spiegato che “gli investimenti degli ultimi anni continueranno anche prossimamente. Tra questi, prioritaria è la ristrutturazione della Medicina, dell’ospedale di Comunità e della Radiologia.  C’è invece qualche difficoltà per il turn over dei dirigenti che vanno in pensione, principalmente per il fatto che i giovani specialisti non accettano volentieri di relegare le loro potenzialità carrieristiche negli ospedali di vallata. Spesso è necessario indurli ad accettare mediante assunzione per l’ospedale di Arezzo, attivando però un sistema di rotazione che garantisca anche la copertura degli altri ospedali.