Monumenti in rosa in tutta la vallata per la prevenzione del tumore al seno.

  • Monumenti in rosa in tutta la vallata per la prevenzione del tumore al seno.
  • Monumenti in rosa in tutta la vallata per la prevenzione del tumore al seno.
  • Monumenti in rosa in tutta la vallata per la prevenzione del tumore al seno.
Monumenti in rosa in tutta la vallata per la prevenzione del tumore al seno.

Sono tre i monumenti della vallata che in queste prime sere di ottobre si sono colorati di rosa. I comuni di Città di Castello, Sansepolcro e San Giustino hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione contro il tumore al seno che ancora oggi colpisce una donna su 8. Monumenti storici, simboli della città illuminati di rosa in onore alla femminilità di ogni donna, ogni concittadina alla quale viene ricordato quanto sia importante la prevenzione. Se è vero infatti che ricevere oggi una diagnosi di tumore al seno fa meno paura rispetto a vent’anni fa, perché la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata dall’81 all’87% e la mortalità diminuisce costantemente, è anche vero che fondamentale per ogni donna è prevenire e dunque proprio per comunicare che tanto c’è ancora da fare, AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ha scelto come simbolo della campagna un nastro rosa diverso dagli altri, incompleto, a rappresentare il suo impegno per una sfida più grande: puntare al 100% di sopravvivenza al tumore al seno.

In questo mese il rosa diventa il colore dei monumenti di tutta Italia e in vallata a riflettere questo fascio luminoso sono la Torre Civica di Città di Castello che maestosa si erge nella centralissima piazza Gabriotti, Palazzo delle Laudi, sede comunale di Sansepolcro e Villa Magherini Graziani di Celalba nelle colline di San Giustino. Durante tutto il mese di ottobre sarà inoltre possibile effettuare visite senologiche gratuite e controlli clinici strumentali nei ambulatori della LILT in tutta Italia.