Furto in un bar di Selci. I ladri tagliano la rete di un giardino privato per indrodursi nella penombra del retro bottega.

  • Furto in un bar di Selci. I ladri tagliano la rete di un giardino privato per indrodursi nella penombra del retro bottega.
  • Furto in un bar di Selci. I ladri tagliano la rete di un giardino privato per indrodursi nella penombra del retro bottega.
  • Furto in un bar di Selci. I ladri tagliano la rete di un giardino privato per indrodursi nella penombra del retro bottega.
Furto in un bar di Selci. I ladri tagliano la rete di un giardino privato per indrodursi nella penombra del retro bottega.

Hanno studiato tutto nei minimi particolari, si sono introdotti nel giardino di una proprietà privata, hanno tagliato la rete e sono introdotti furtivamente nel retro del locale dove hanno potuto agire indisturbati. Si è consumato tutto nel cuore della notte, presumibilmente fra le 3:30 e le 4. E’ questo infatti l’orario in cui alcuni vicini hanno sentito il cane abbaiare insistentemente, l’allarme del bar però non è scattato. Il passaggio dal giardino privato è stato scelto perché questo è il punto più buio del vicinato e per non essere visti dalla vicina strada hanno invaso la proprietà.

La scoperta è avvenuta stamattina pochi minuti dopo aver aperto il bar. I titolari infatti non si sono inizialmente accorti dell’effrazione dato che la parte anteriore del locale non è stata violata, i malviventi sono andati diretti al bottino delle slot machine passando dal retro, le hanno scardinate e si sono poi fermati nel buio del giardino per svuotare i cassetti delle macchinette. Hanno fatto razzia, ma non hanno avuto il tempo di scardinare il cambia monete che ha un sistema di sicurezza più complesso, sono stati forse disturbati dal pasticcere che verso le 4 di mattina solitamente porta i vassoi di brioche e salati nel bar, forse i ladri sentendo alcuni rumori nella parte anteriore del locale si sono dati alla fuga.

Hanno cercato di rubare un’auto parcheggiata nello stabile accanto, ma non sono riusciti a forzarla e se la sono data a gambe lasciando cadere un paio di occhiali da sole forse utilizzati per celare la propria identità da eventuali telecamere. Ingente il bottino nel bar. I proprietari del giardino utilizzato come passaggio erano visibilmente sconvolti per l’accaduto, sul caso stanno indagando di concerto i Carabinieri di Città di Castello e San Giustino e gli uomini del commissariato di Polizia tifernate.

Qui il link del nostro servizio https://www.facebook.com/ttvteveretv/videos/355002795307352/