Amianto sulla piazzola della E45 a Pieve Santo Sefano. Proseguono però indagini e analisi.

Amianto sulla piazzola della E45 a Pieve Santo Sefano. Proseguono però indagini e analisi.
Amianto sulla piazzola della E45 a Pieve Santo Sefano. Proseguono però indagini e analisi.

E’ stata confermata dall’incidente probatorio la presenza massiccia di amianto nel terreno prelevato dallo smottamento della piazzola franata lungo la E45, all'altezza di Pieve Santo Stefano. Si parla di numeri elevati, persino di una quantità del 350% superiore ai limiti della legge: 3470 milligrammi per chilo contro una quantità massima ammessa pari a 1000. E’ stato il l'ingegner Luigi Boeri di Livorno il perito nominato dal gip che ha eseguito i controlli dopo i sospetti dei carabinieri forestali che hanno sequestrato l’area dopo la frana del febbraio scorso. E’ stato però chiesto un rinvio della fine dell’incidente probatorio da parte dei legali della difesa, rimandato al 21 novembre prossimo, per permettere anche ad un altro consulente di esaminare il terreno raccolto e stoccato in una struttura di Sansepolcro.