Tornerà in estate ad Anghiari la Tavola Doria

Tornerà in estate ad Anghiari la Tavola Doria
Tornerà in estate ad Anghiari la Tavola Doria

In occasione del 500enario della morte di Leonardo da Vinci, che verrà celebrato nel 2019, Anghiari vivrà un grande evento culturale e artistico: infatti in estate tornerà nel paese toscano la Tavola Doria, che raffigura una scena della celeberrima “Battaglia di Anghiari”, l’affresco perduto realizzato dallo stesso Leonardo per il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. L’ubicazione logica è quella del Museo della Battaglia e di Anghiari, ma la preziosa opera potrebbe anche tornare al Museo statale di Palazzo Taglieschi, dove era già stata esposta cinque anni fa. La Tavola Doria costituisce uno dei grandi misteri della storia dell’arte ed è un dipinto del XVI secolo rientrato in Italia a seguito di un accordo di cooperazione internazionale tra il Tokyo Fuji Art Museum e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, intervenuto a seguito dell'individuazione - dopo 70 anni - del luogo dove l'opera era custodita, da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. Contesa in passato fra il sultano del Brunei e il fondatore della Microsoft, Bill Gates, la Tavola Doria è realizzata a olio su tavola, è di forte impatto e suggestione e misura 86 cm x 110. Sono in corso analisi scientifiche per un tentativo di attribuzione certa del dipinto a Leonardo da Vinci, grazie anche alla comparazione di alcune impronte digitali esistenti sull'opera, che saranno poste a confronto con altre rilevate su dipinti leonardeschi. La Tavola ad Anghiari è uno dei due grandi eventi celebrativi curati dalla direzione degli Uffizi di Firenze, ma fuori dal museo fiorentino: l’altro è infatti programmato a Vinci, la città natale di Leonardo, dove in primavera verrà esposto un disegno leonardiano del paesaggio vinciano.