Ad Umbertide approvato il progetto per la gestione del servizio di igiene urbana

Ad Umbertide approvato il progetto per la gestione del servizio di igiene urbana
Ad Umbertide approvato il progetto per la gestione del servizio di igiene urbana

Il comune di Umbertide comunica che Il commissario straordinario Castrese De Rosa, con i poteri della Giunta, ha approvato il progetto per la gestione dei servizi di igiene urbana, propedeutico allo svolgimento della gara d’appalto per individuare il nuovo soggetto gestore dei servizi di gestione integrata dei rifiuti e dell’isola ecologica, per una durata di due anni e un importo complessivo pari a 3.996.000 euro.

“Si tratta di un passo importante verso la prossima gara di appalto del servizio di gestione integrata dei rifiuti – ha commentato il dott. De Rosa – Tale progetto mette al centro il cittadino che diventa attore principale della raccolta differenziata che intendiamo migliorare ancora di più, raggiungendo l'obiettivo del 73%”.

Le finalità individuate dal Comune di Umbertide, che ha già raggiunto il 65% di raccolta differenziata previsto dalla normativa vigente, riguardano l'assestamento degli attuali servizi di raccolta rifiuti elevando gli standard di qualità e di comodità per l’utente, l'attivazione di sistemi di controllo verso l’utente ed il gestore in linea con le direttive nazionali e le best practices, l'istituzione di un sistema di raccolta che permetta di premiare il comportamento virtuoso del singolo, responsabilizzando l’utente.

 

Da diversi anni nel territorio comunale è attiva la raccolta differenziata porta a porta ed è presente un Centro di Raccolta in via Madonna del Moro dove, attraverso una tessera magnetica, l’utente che conferisce rifiuti può ottenere un bonus di 30 euro, una volta raggiunto un quantitativo di 300 kg.

Con il progetto approvato dall'Amministrazione comunale si intendono raggiungere tre obiettivi principali: ambientale attraverso la riduzione dell’impatto ambientale nella gestione dei rifiuti; economico attraverso la possibilità di contenere i costi dei servizi da parte dell’utenza; sociale in quanto l’utente non è più soggetto passivo ma ha la possibilità di adattare le proprie esigenze al servizio. In questo contesto, il progetto prevede il raggiungimento del 73% di raccolta differenziata entro tre mesi dall’avvio dei servizi previsti nell’appalto.

Al fine di raggiungere tale obiettivo, sono state individuate alcune azioni principali che saranno alla base del prossimo appalto del servizio di gestione di igiene ambientale: eliminazione delle isole di prossimità inserite nei territori serviti dalla raccolta domiciliare; attivazione di sistemi di identificazione dell’utenza su tutte le frazioni; realizzazione di sistemi di chiusura delle postazioni di prossimità ed introduzione di sistemi di accesso informatizzati per l'identificazione dell’utenza; gestione del Centro di Raccolta; informatizzazione di tutti i servizi di raccolta.

E' quindi prevista la contabilizzazione dei conferimenti di ogni utenza attraverso l’associazione, a carico del gestore, ad ogni contenitore di un transponder. Tale sistema permetterà di misurare la quantità e la qualità del materiale conferito, principi alla base della tariffazione puntuale che mira a responsabilizzare l’utente prevedendo un riconoscimento economico per i comportamenti virtuosi.

Il progetto prevede inoltre la raccolta su prenotazione attraverso numero verde del ritiro dei rifiuti ingombranti e dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) e degli scarti verde, il lavaggio e la disinfezione dei contenitori con ruote adibiti alla raccolta domiciliare della frazione organica presso utenze domestiche e non domestiche, la raccolta di pannolini e pannoloni presso le utenze iscritte in un'apposita anagrafe, la raccolta dei rifiuti pericolosi (pile e farmaci), il servizio di spazzamento stradale sia meccanizzato che con operatore a terra, la pulizia del guano dei piccioni attraverso il lavaggio dei punti critici mediante idropulitrici.

Prima di procedere all'indizione della nuova gara ad evidenza pubblica per l'affidamento della gestione del servizio di igiene urbana, il Commissario De Rosa acquisirà anche il parere preventivo dell'Auri in quanto il prossimo affidamento sarà sottoposto ad una clausola risolutiva espressa, vale a dire durerà fino alla prossima gara che dovrà effettuare l'Auri stessa e che come è noto si protrae da anni.