Tragedia nella tragedia: una 55enne tifernate si suicida in una struttura riabilitativa nelle Marche

Tragedia nella tragedia:  una 55enne tifernate si suicida in una struttura riabilitativa nelle Marche
Tragedia nella tragedia: una 55enne tifernate si suicida in una struttura riabilitativa nelle Marche

Nella serata di sabato scorso 24 marzo una donna tifernate 55enne si è suicidata mentre era in una struttura riabilitativa di Montegrimano, in provincia di Pesaro Urbino, dove era ospitata da un paio d’anni. La triste vicenda è nota: la donna nel giugno di quattro anni fa era stata dichiarata dal giudice delle indagini preliminari di Perugia "incapace di intendere e di volere e quindi non punibile per il tentato omicidio del figlio minore autistico". La notizia è stata divulgata dal legale della famiglia, l’avvocato Marcello Pecorari. Dopodomani mercoledi 28 marzo verrà effettuata sulla salma l’autopsia, ordinata dalla Procura della Repubblica di Urbino, in modo da definire con esattezza le cause della morte. Ma non ci sono al momento dubbi che si tratti di suicidio. L’avv. Pecorari ha inoltre affermato che si dovrà ora capire esattamente ciò che è avvenuto nella struttura marchigiana e se si ravviseranno eventuali responsabilità.