Il messaggio del sindaco Bacchetta alla città in occasione della Giornata Internazionale della donna

Il messaggio del sindaco Bacchetta alla città in occasione della Giornata Internazionale della donna
Il messaggio del sindaco Bacchetta alla città in occasione della Giornata Internazionale della donna

Nella Giornata Internazionale della Donna che si celebra anche a Città di Castello con diverse manifestazioni e iniziative, il sindaco Luciano Bacchetta ha rivolto un messaggio alla città.

“Sono indubbiamente molti i terreni sui quali l'impegno delle donne per conquistare condizioni di parità con gli uomini è faticoso anche in termine di risultati. Nel giorno dell'8 marzo non si può fare a meno di partire da questa constatazione, triste per le disuguaglianze di genere che si verificano purtroppo ancora nei contesti lavorativi e si manifestano in diverse maniere nella vita di relazione, in una comunità, sotto l'influenza di diversi sistemi culturali e sociali nel mondo. Le conquiste non saranno mai sufficienti e i casi frequentissimi di femminicidio e di violenza fra le mura domestiche non fanno altro che poggiare su un sistema di presunta supremazia dell'uomo sulla donna che le conquiste di civiltà non riescono, purtroppo, a sradicare. A fronte di questo quadro negativo esiste un movimento quotidiano, lavorativo, fatto di relazioni affettive e di solidarietà concrete, che fa evolvere, seppure lentamente e contraddittoriamente, la tendenza a diffondere la pratica dell’uguaglianza di genere ovunque ne ricorra l'esigenza coralmente sentita. L'impegno per la parità deve cominciare dall'età più giovane e accompagnare tutti gli stadi dell'evoluzione della personalità di un uomo e di una donna. Un grande compito, in questo processo, lo hanno le istituzioni, soprattutto quelle locali. È in una città, infatti, che i rapporti di genere si stringono al punto tale da poter essere seguiti giorno per giorno e aiutati a maturare nell'assoluto interesse delle coppie nel loro insieme e alla luce dei figli che animano le famiglie. La nostra città, sotto il registro di una sostanziale integrazione di culture e religioni, sta dando il massimo per consentire in ogni ambito alle donne di raggiungere condizioni di parità e di diffusa uguaglianza. Saluto, oggi in particolare tutte le donne, le nostre dipendenti, assessori e consiglieri comunali. Buon 8 marzo a tutte, con l'augurio di celebrare, il prossimo anno, condizioni di parità ancora più evolute”.