Al centro del tavolo della Commissione Affari Istituzionali il caso Color Glass

Al centro del tavolo della Commissione Affari Istituzionali il caso Color Glass
Al centro del tavolo della Commissione Affari Istituzionali il caso Color Glass

Un passaggio interlocutorio che a Città di Castello ha messo ancora una volta al centro del tavolo della commissione affari istituzionali il caso Color Glass. L’azienda, con sede a Trestina, è interessata  da  misure sospensive dell’attività, assunte da Comune e Regione dopo l’esito delle analisi di Arpa e Asl che evidenziavano il superamento di alcuni limiti sulle emissioni.

Ci sarà presto una nuova assemblea a Trestina, come era stato già richiesto da cittadini, alcune forze politiche e comitato. La disponibilità di andare sul territorio è emersa a margine della commissione che si è svolta lunedì sera in Comune dove comune, regione, Usl e rappresentanti del comitato hanno ancora affrontato la vicenda della Color Glass. Grandi assenti, la proprietà e soprattutto i documenti Arpa che sono secretati (poichè il fascicolo è stato inviato d’ufficio alla procura)  e che invece tutti vorrebbero conoscere, soprattutto in ordine al superamento dei limiti, alle sostanze rinvenute ed alla loro pericolosità.