Quattro diverse attività dei Carabinieri di Sansepolcro. Tre denuce e un arresto: in manette un 37enne biturgense

Quattro diverse attività dei Carabinieri di Sansepolcro. Tre denuce e un arresto: in manette un 37enne biturgense
Quattro diverse attività dei Carabinieri di Sansepolcro. Tre denuce e un arresto: in manette un 37enne biturgense

Giornate impegnative per i carabinieri di Sansepolcro che hanno eseguito quattro diverse attività. Una giovane donna residente a Perugia è stata denunciata per aver rubato un telefono cellulare. Gli agenti sono arrivati a lei dopo un’attenta analisi dei tabulati a seguito della denuncia fatta dal proprietario dell’apparecchio elettronico, che è stato recuperato e al quale è stato poi riconsegnato.

Nella stessa giornata i carabinieri hanno anche individuato e denunciato una 42enne di origini siciliane ma residente in vallata per ricettazione, anche in questo caso la donna si era impossessata di un cellulare risultato essere il provento di un furto perpetrato a Sansepolcro.

Ancor più grave è la denuncia ai danni di un 53enne albanese pluripregiudicato che nei giorni scorsi aveva aggredito e percosso senza alcuna apparente motivazione un coetaneo di origini romene che aveva riportato alcuni traumi e ferite al volto.

Inoltre i militari della compagnia di Sansepolcro, guidati dal Capitano Angelo Bardi, hanno tratto in arresto un cittadino biturgense di 37 anni, pluripregiudicato per vari reati contro il patrimonio e già sotto sorveglianza speciale da parte della Polizia di Stato. Sul capo dell’uomo pesano diverse accuse, dal furto in abitazione alla vera e propria rapina oltre all’uso e spaccio di stupefacenti. Il 37enne è ora detenuto presso la Casa Circondariale di Arezzo e dovrà scontare due anni di reclusione, residuo di una precedente condanna comminatagli dal Tribunale di Arezzo .

Rimane alta dunque l’attenzione da parte delle autorità a tutela della sicurezza pubblica.