Polizia Municipale armata: la giunta Carizia emana il suo primo provvedimento

Polizia Municipale armata: la giunta Carizia emana il suo primo provvedimento
Polizia Municipale armata: la giunta Carizia emana il suo primo provvedimento

Il primo provvedimento della giunta Carizia è l’armamento della Polizia Municipale. Questa misura era stata chiesta per anni dalle opposizioni, ma mai definitivamente adottata.  

L'iniziativa, annunciata in campagna elettorale dal sindaco Luca Carizia, ora è stata deliberata, in attesa di essere approvata in consiglio comunale e modulata secondo le esigenze locali. In prima battuta dovrà essere modificato il testo del regolamento di Polizia Municipale,  lavoro demandato al comandante Gabriele Tacchia; dopo la modifica del Regolamento saranno avviate le procedure per l’accertamento dell’idoneità all’armamento e di addestramento degli agenti. L’arma sarà personale, assegnata in primo luogo ai poliziotti ritenuti idonei (ci sarà specifico corso di formazione presso il poligono di tiro di Perugia) ed impegnati nei servizi di controllo e pattugliamento. Progressivamente quindi tutti i componenti della Polizia che svolgono prevalentemente ufficio o di sportello saranno armati. «E’ il primo atto vero ed importante che la città aspettava da tempo – dice il primo cittadino-;  ed uno dei punti essenziali riguardanti la sicurezza. Armare la Polizia Municipale vuol dire darle tutti gli strumenti necessari per far bene il proprio lavoro e svolgere al meglio ogni funzione».  Forte sostenitore del provvedimento l’assessore leghista alla Polizia Municipale Francesco Cenciarini, che aggiunge: «possiamo già vantare piccoli ma importanti traguardi. Sono iniziati i controlli delle residenze e stiamo avviando un "tavolo" semestrale con il nuovo Prefetto di Perugia >.