Strada Provinciale 100, primi sopralluoghi. Sabato una manifestazione d protesta

Strada Provinciale 100, primi sopralluoghi. Sabato una manifestazione d protesta
Strada Provinciale 100, primi sopralluoghi. Sabato una manifestazione d protesta

Ancora polemiche, ma anche primi passi concreti in vista della sistemazione della strada provinciale 100 di Pistrino tornata prepotentemente in cima all’agenda istituzionale dopo l’incidente mortale di Eleonora. Sul caso ci sono due novità.

La prima è che martedì mattina 24 luglio, assessori e tecnici della Provincia - anche a seguito dell’ennesima sollecitazione del sindaco Giuliana Falaschi nelle ore successive alla tragedia - hanno effettuato un dettagliato sopralluogo sulla strada, in vista della programmazione di interventi urgenti. Direttamente lungo la Provinciale 100 c'è stato un incontro operativo fra il vice presidente della Provincia di Perugia con delega alla viabilità Erika Borghesi, funzionari e tecnici dell’ente, insieme al sindaco Falaschi, al vice Barberi Nucci e all’assessore ai lavori pubblici Bragotti.

Il sopralluogo non è chiaramente passato inosservato.

Sul fronte opposto, c’è da registrare l’organizzazione di una manifestazione dal titolo «La sicurezza è un diritto» promossa dal consigliere regionale della Lega Valerio Mancini per sabato mattina a Pistrino direttamente lungo la strada. «Sono tante, troppe le tragedie che si sono consumate lungo questa strada: è ora che dalla politica comincino ad arrivare risposte concrete», spiega Mancini che rilancia l’idea di scendere in piazza con un corteo che vada oltre i colori politici, a fianco delle vittime della strada e delle loro famiglie. Alla manifestazione di sabato mattina l’esponente leghista attende la partecipazione di tanti cittadini, ma anche dei sindaci di tutto il comprensorio.