Festival di Musica e Folclore: quattro giorni di festa a Lama di San Giustino

  • Festival di Musica e Folclore: quattro giorni di festa a Lama di San Giustino
  • Festival di Musica e Folclore: quattro giorni di festa a Lama di San Giustino
  • Festival di Musica e Folclore: quattro giorni di festa a Lama di San Giustino
Festival di Musica e Folclore: quattro giorni di festa a Lama di San Giustino

Torna a Lama di San Giustino da giovedì 19 a domenica 22 luglio il “Festival di Musica e Folclore”, organizzato dall’Ass. Filarmonica Lama.

Per festeggiare come si deve l’importante traguardo dei 40 anni della nota associazione musicale, la serata di apertura, giovedì 19 luglio, sarà dedicata alla sua longeva storia. Alle ore 21:00 ci sarà una straordinaria esibizione/concerto con tutti i musicanti e tutte le majorettes del passato e del presente, diretti dai 4 Maestri e dalle capomazziere che si sono susseguiti negli anni.

Sarà anche un’occasione per presentare al pubblico il libro celebrativo “Un secolo di musica – Cenni storici e appunti di viaggio”, pubblicato per raccontare la storia passata e recente della Filarmonica. La serata si concluderà poi con la musica degli “Ef Gee Bis”.

Venerdì 20 luglio si fa invece un tuffo negli anni ’90! Alle ore 21:00 potremo ascoltare dal vivo tutti i più grandi successi di quegli anni grazie agli “Ellemono Band 90210” e dalle ore 23:00 balleremo sulle note della ricca selezione musicale della dj più amata della riviera, “Dj Fabiana”. È consigliato un outfit a tema.

La serata che in tanti attendono ogni anno, è quella di sabato 21 luglio, con l’Orchestra “L’Alternativa” che suonerà fino a tarda notte! Come sempre, durante la pausa dell’orchestra, ci sarà anche l’esibizione dei bravissimi ballerini della scuola di balli caraibici “La Cantera”.

Domenica 22 luglio il festival parte invece dal pomeriggio con il “Marching Band & Majorettes Show” in collaborazione con “ANBIMA Umbria” (Ass. Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome).

Alle 21:00 invece salirà sul palco l’inconfondibile voce graffiante di una delle cantanti più brave della vallata: “Maria Elisa Bernardini” e la sua orchestra.