Due anni di Amministrazione Cornioli che con la sua coalizione civica governa la città pierfrancescana

Due anni di Amministrazione Cornioli che con la sua coalizione civica governa la città pierfrancescana
Due anni di Amministrazione Cornioli che con la sua coalizione civica governa la città pierfrancescana

Già da due anni, più precisamente dal 20 giugno 2016, Mauro Cornioli è sindaco di Sansepolcro e con la sua coalizione civica governa la città pierfrancescana. Due anni che soprattutto per alcuni settori della vita pubblica hanno segnato alcune novità di rilievo, a cominciare dalla vita culturale cittadina, a partire dalla gestione del Museo Civico affidata a Opera Laboratori Fiorentini e caratterizzata nel 2016 e nel 2017 da due importanti mostre. Avviato inoltre l’iter per il tanto discusso secondo ponte sul Tevere, che l’amministrazione vorrebbe veder concretizzato entro il proprio mandato. All’attivo della giunta Cornioli c’è poi un ritrovato rapporto fra il capoluogo e le frazioni assieme, più in generale, a una più stretta comunicazione fra Palazzo delle Laudi e la cittadinanza. Buona anche l’immagine esterna della città, cui il restauro della Resurrezione di Piero della Francesca ha dato di certo grande impulso sui media nazionali e una sensibile crescita del flusso turistico.  Il caso di Sansepolcro è abbastanza unico, visto che presenta una coalizione civica che ha la maggioranza in consiglio comunale mentre tutti i partiti e movimenti sono all’opposizione. Ciò lascia le mani libere alla municipalità da condizionamenti partitici ma le toglie punti di riferimento e di appoggio nelle istituzioni superiori. In questo contesto, domani mercoledì 27 giugno, il sindaco, la giunta e i consiglieri di maggioranza presenteranno ai cittadini un dettagliato resoconto delle attività svolte in questa prima fase del percorso amministrativo nel corso  di un incontro pubblico in programma alle 21 sotto le logge di Palazzo delle Laudi. L’obiettivo dichiarato in una nota dal sindaco Cornioli “è quello di rendere la comunità sempre più partecipe delle scelte che vengono effettuate, così da poter lavorare insieme per il raggiungimento di traguardi condivisi”.