Piazza Burri: sabato 23 giugno la firma dell'atto istituzionale tra Comune e Fondazione

Piazza Burri: sabato 23 giugno la firma dell'atto istituzionale tra Comune e Fondazione
Piazza Burri: sabato 23 giugno la firma dell'atto istituzionale tra Comune e Fondazione

Luci ed ombre sul progetto di Piazza Burri sono state al centro di due commissioni congiunte a Città di Castello dove proprio domattina, sabato 23 giugno, si svolgerà un consiglio comunale monotematico con la firma dell’atto istituzionale tra Comune e Fondazione.

La piazza pensata da Burri ridisegna l’attuale Piazza Garibaldi: al posto della scuola è prevista una struttura nera di 16mila metri cubi con altezza al punto massimo di 20 metri, lunghezza 58 metri e profondità 16; a distanza verrà collocata l’opera TeatroScultura, 5 arcate su base circolare con diametro 14 metri e altezza 9, che unirà in una ideale linea retta i manufatti a Palazzo Albizzini sulla base del modellino realizzato dal Maestro. La struttura sarà in materiali moderni a tre piani di 735 metri quadrati ed uno interrato per un totale di 3000metri quadrati. Rappresenta l’ultimo sogno di Burri non ancora realizzato, dopo il Catalogo generale, i tre musei, il Teatro Continuo di Milano, il Cretto di Gibellina. Costerà 15 milioni di euro a cui si aggiungono i 15 della valutazione di mercato del Teatro Scultura. Sarà finanziata dalla Fondazione e dalla società accreditata ad operare per interesse istituzionale dalle autorità degli Emirati Arabi, che, insieme, dentro la struttura, gestiranno Alveare, un centro internazionale per la promozione di grandi progetti e grandi talenti.

Ultime notizie di Attualità per Città di Castello