Si è spento Pinuccio, voce e volto della musica altotiberina dagli anni '60 ad oggi

  • Si è spento Pinuccio, voce e volto della musica altotiberina dagli anni '60 ad oggi
  • Si è spento Pinuccio, voce e volto della musica altotiberina dagli anni '60 ad oggi
  • Si è spento Pinuccio, voce e volto della musica altotiberina dagli anni '60 ad oggi
Si è spento Pinuccio, voce e volto della musica altotiberina dagli anni '60 ad oggi

Se ne va un pezzo della storia musicale di Città di Castello. Giuseppe Blasi, in arte Pinuccio si è spento ieri, domenica 28 gennaio all’età di 83 anni. Volto e voce dagli anni 60 e fino a poco tempo fa, della musica italiana e non solo. Storici i gruppi “Pinuccio e i Moritat” prima e i “Living group” poi di cui era cantante e front man.

Oltre che un gran lavoratore nella vita quotidiana, Pinuccio era un vero personaggio dello spettacolo altotiberino che sapeva distinguersi sul palco e che nel corso degli anni ha saputo affermarsi sui palcoscenici del centro Italia grazie al suo carisma travolgente. Colleghi e amici lo ricordano con affetto, lo stesso sentimento che è rimasto nel cuore di molti che lo hanno applaudito sotto il palco fino a pochi anni fa, quando nonostante i limiti delle ormai difficili condizioni fisiche, continuava a divertirsi con il suo scettro, il microfono, ospite in alcune serate della vallata e in collaborazione con la Banda di Umbertide alla quale era molto legato grazie anche all’amicizia decennale con il Maestro Galliano Cerrini.

I funerali si svolgeranno sabato alle 14.30 nel Duomo di Città di Castello. Le condoglianze alla famiglia Blasi anche da parte dello staff Tevere TV.