Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.

  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
  • Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.
Corteo dei lavoratori Nardi questa mattina lungo la statale. Blocco del traffico con cartelli e bandiere.

Dai cancelli dell’azienda Nardi e fino al vecchio stabilimento si è snodato un corteo di lavoratori dell’azienda. Oltre allo sciopero e ai presidi quotidiani, che vanno avanti ormai da giorni, oggi i lavoratori sono scesi letteralmente in strada e con bandiere e cartelli  hanno fermato il traffico della statale 3 bis, l’arteria che costeggia parallelamente proprio il vecchio stabile dell’azienda sangiustinese. Nei cartelli erano scritte le parole chiave che rappresentano sia la loro condizione attuale sia ciò che per decenni ha rappresentato l’azienda per molte famiglie e per la vallata stessa.

Dignitosamente e in maniera pacata i lavoratori hanno fermato i mezzi in transito per far leggere ai guidatori i cartelli che portavano, per far conoscere la situazione attuale di questa azienda anche a coloro che per sbaglio o distrazione non si erano imbattuti prima su questa amara realtà che sta mettendo in ginocchio le poche persone rimaste ancora parte interante dell’organico aziendale.

Difesa del lavoro e soprattutto della dignità, risposte per il futuro e saldo dei debiti del passato, è questo quello che chiedono a gran voce i dipendenti. Lo scopo dell’iniziativa non era affatto quello di creare disagi agli utenti della strada ma di portare a conoscenza dei fatti più persone possibili.

Le autorità, Carabinieri, Polizia Statale e Municipale hanno coordinato e veicolato il traffico rallentato o in certi momenti fermo, permettendo così lo svolgimento della manifestazione in sicurezza per tutti, manifestanti e automobilisti.

Si attende ora l’iniziativa dei cittadini delle frazione di Lama e Selci che domenica mattina scenderanno in strada fino a raggiungere i cancelli dell’azienda a sostegno dei lavoratori, ma un altro appuntamento molto atteso sarà quello di lunedì, quando ci sarà un incontro fra la proprietà e gli esponenti sindacali in cui verrà reso noto se sarà possibile ricevere altri compensi a saldo dei debiti che l’azienda sta accumulando con i lavoratori.