Prevenzione da rischio sismico: presentazione del Bando "Io vivo sicuro in Valtiberina" giovedì 18 gennaio

Prevenzione da rischio sismico: presentazione del Bando "Io vivo sicuro in Valtiberina" giovedì 18 gennaio
Prevenzione da rischio sismico: presentazione del Bando "Io vivo sicuro in Valtiberina" giovedì 18 gennaio

L’Associazione Progetto Valtiberina, assieme all’amministrazione comunale di Monterchi, alle associazioni di categoria Confartigianato di Arezzo, Confindustria Toscana Sud, ANCE Arezzo, CNA Arezzo, ai due istituti di credito Banca di Credito Cooperativo Anghiari e Stia, Banca Monte dei Paschi di Siena, presenta, giovedì  18 gennaio alle ore 21,00 presso la sala consiliare di Palazzo Massi a Monterchi, la struttura, gli obiettivi, il funzionamento del Bando “Io vivo sicuro in Valtiberina”, per permettere a quanti vogliano avere informazioni in più, di averne.

Lo scorso Novembre la  Vice Presidente della Regione Toscana si è interessata a questo strumento ed ha ritenuto importante attivare un percorso di diffusione del Bando anche alle altre realtà della Toscana a maggior rischio sismico. Le motivazioni principali di questo interessamento si collocano nel confronto con  ‘sisma bonus’, che interviene a compensare spese comunque già sostenute con le proprie risorse dai privati, rispetto alla quale, il mutuo non ipotecario del bando “Io vivo sicuro in Valtiberina”, per un importo massimo di trentamila euro, consente di accedere a risorse a condizioni vantaggiose proprio da dedicare ad interventi di messa in sicurezza.

L’attività dell’Associazione sui temi del rischio sismico e idrogeologico è iniziata nel gennaio del 2016 inviando la richiesta ai Comuni circa lo stato di avanzamento delle verifiche effettuate sugli edifici strategici e rilevanti dei comuni della Valtiberina umbro-toscana, per proseguire con la didattica nelle scuole medie, il convegno “Amministrare oltre l’emergenza”  alla presenza della senatrice Pezzopane, il presidente dell’ordine degli ingegneri della provincia de L’Aquila Elio Masciovecchio e in collegamento da L’Aquila, il sindaco Cialente. Il 2017 ha visto il Bando affermarsi come best practice al Festival della Partecipazione dell’Aquila, a Modena, dove sta proseguendo un percorso importante e a Rieti.

Questo lavoro fatto è segnale di apertura ad una attenta riflessione in materia di prevenzione sismica, coinvolgendo  tutti i cittadini e diretta ovviamente alle Pubbliche Amministrazioni.

“Abbiamo bisogno di più e migliore informazione su questi temi, che devono diventare un patrimonio di conoscenza di tutti.” afferma il presidente dell’Associazione, Massimo Mercati. La tutela del territorio e la sicurezza dei cittadini sono due importanti beni comuni da difendere.