Salvato dai vigili del fuoco l'uomo rimasto sotto alle macerie dell'esplosione a Chiusi della Verna

Salvato dai vigili del fuoco l'uomo rimasto sotto alle macerie dell'esplosione a Chiusi della Verna
Salvato dai vigili del fuoco l'uomo rimasto sotto alle macerie dell'esplosione a Chiusi della Verna

Un vero e proprio dispiegamento di forze si è mobilitato ieri in località Valle della Meta, una frazione del comune di Chiusi della Verna quando è arrivato l’allarme per l’esplosione avvenuta in un’abitazione. Dopo lo scoppio, forse a causa di una perdita di gas, parte della palazzina di tre piani è crollata. Sotto le macerie era rimasta una persona. Sul posto per i soccorsi erano presenti i Vigili del Fuoco di Arezzo, Bibbiena (AR), Pratovecchio (AR) e S.Piero in Bagno (FC). Per il recupero della persona rimasta sotto le macerie sono stati allertati anche gli U.S.A.R. e il nucleo cinofili dei Vigili del Fuoco. I soccorritori dopo aver scavato con le mani sono riusciti ad estrarre vivo l’uomo. Si tratta di un 50enne straniero che ha riportato un importante trauma toracico, traumi agli arti inferiori e una ustione di primo grado al viso, ma non era in pericolo di vita. E’ stato portato con l’elisoccorso Pegaso a Siena in codice giallo.

Questa la nota della dichiarazione di Massimo Mandò responsabile del servizio di “Emergenza urgenza”:“stasera abbiamo dimostrato l'efficienza dei soccorsi anche in zone montane. Abbiamo portato a Chiusi della Verna due ambulanze, 1automedica (2 medici) e l'elisoccorso. Avevamo  il dubbio che fossero coinvolte più  persone quindi con i sanitari nel posto eravamo pronti a soccorrere  fino a 10 persone. Il soccorso effettuato stasera conferma che il lavoro che ci ha visto impegnati per garantire equità di cure a tutti i cittadini da ottimi risultati. L'elisoccorso con il sistema NVG è  infatti atterrato in uno dei 30 siti individuati nella provincia di Arezzo in zona non illuminata presso la Beccia”.