Dal 14 gennaio a Sansepolcro Mostra e incontri con gli artisti negli spazi di CasermArcheologica

Dal 14 gennaio a Sansepolcro Mostra e incontri con gli artisti negli spazi di CasermArcheologica
Dal 14 gennaio a Sansepolcro Mostra e incontri con gli artisti negli spazi di CasermArcheologica

Dal prossimo 14 gennaio fino all8 aprile 2018,  l’Associazione CasermArcheologica propone la mostra/percorso Incontri in CasermArcheologica. Dialoghi sullarte Contemporanea, a cura di Ilaria Margutti.

Settima edizione per l'appuntamento di incontri con gli artisti. Quest'anno teatro dell'evento saranno le sale di CasermArcheologica. Qui si snoderanno le varie fasi: allestimento della mostra, incontri con il pubblico, laboratori con gli studenti.

Gli artisti ospitati inaugureranno la mostra inaugurata domenica 14 gennaio alle ore 18,00. A partire dal 10 febbraio poi per tre sabati consecutivi, il pubblico potrà partecipare agli incontri, per conoscere personalmente gli artisti che saranno a disposizione per dialogare e confrontarsi direttamente sui temi che riguardano la propria ricerca artistica.

Il calendario degli incontri è il seguente:

Veronica Azzinari (Urbino) 10 febbraio ore 17,00,

Paolo Buzzi (Ravenna) 17 febbraio ore 17,00,

Paolo Cavinato (Mantova) 24 febbraio ore 17,00.

Oltre alla mostra e agli incontri il progetto prevede anche sei laboratori con le classi del Liceo Città di Piero, durante i quali i ragazzi si proveranno in un percorso di conoscenza e di lavoro partecipato che permetterà loro di entrare nei significati più invisibili dell’opera d’arte contemporanea.

 

Gli artisti ospiti:

 

Veronica Azzinari è nata a Milano nel 1986. Si diploma nel 2006 nella sezione di Cinema dAnimazione presso la Scuola del Libro di Urbino.

Spinta dallesigenza di lavorare per sottrazione di materia e di graffiare le superfici dei suoi lavori grafici e pittorici, ben presto si avvicina alla tecnica della calcografia grazie ad Opificio della Rosa, sviluppando una personale ricerca artistica che fonde la stampa con il disegno, concentrandosi sui temi legati ai primordi e alla natura.

 

Paolo Buzzi è nato a Comacchio (Ferrara), vive e lavora a Bagnacavallo (Ravenna).

Diplomato in Pittura allAccademia di Belle Arti di Bologna ha trascorso un periodo di studio allEcole de Beaux Arts di Saint Etienne (Francia).

Fin dagli esordi tutta la sua ricerca si incentra sul tema del paesaggio nel quale la realtà è resa impalpabile, secondo un processo che porta in luce la fondamentale qualità metafisica della pittura e della scultura.

 

Paolo Cavinato (1975) vive e lavora tra Mantova e Copenaghen.

Dopo essersi diplomato in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Brera e aver seguito un corso di regia cinematografica a Milano, a partire dal 2001 espone in diverse mostre personali (Milano, Londra, Berlino, New York, Santa Fe).

Il lavoro di Paolo Cavinato è focalizzato sul concetto di spazio, sulla sua percezione e costruzione, in ambito filosofico e matematico. Attraverso la varietà di materiali e tecniche, lartista realizza oggetti di piccole dimensioni, installazioni o ambienti percorribili in cui lo spettatore è invitato a entrare.

 

La Mostra rimarrà aperta ai visitatori sia durante gli incontri del 10/17/24 febbraio dalle 17,00 e dal giovedì al sabato dalle 17,00 alle 19,30 solo su appuntamento o per altri eventi da calendario.

L’ingresso alla mostra è gratuito, mentre le visite guidate sono a pagamento, rivolte a gruppi di minimo 5 persone.

Per info e prenotazioni alle visite guidate:

casermarcheologica@gmail.com / tel. 3496442920

 

Orari visita mostra

durante gli incontri del 10/17/24 febbraio dalle 17,00 e dal giovedì al sabato dalle 17,00 alle 19,30 su appuntamento.