Codice arancione per neve, il presidente della Regione scrive all'ad di Ferrovie

Codice arancione per neve, il presidente della Regione scrive all'ad di Ferrovie
Codice arancione per neve, il presidente della Regione scrive all'ad di Ferrovie

Il presidente della Regione Toscana ha inviato una lettera all'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, chiedendo, alla vigilia dell'evento atmosferico che porterà neve e ghiaccio su tutta la Toscana, se Fs si sia dotata di un piano antineve che riguarda gli snodi ferroviari di tutte le aree urbane della Toscana, come sollecitato dallo stesso presidente Rossi per tre volte, in seguito agli eventi degli anni 2009, 2010 e 2012.

Nella missiva il presidente Rossi chiede a Ferrovie dello Stato quali misure siano state adottate per l'evento previsto per la giornata di domani per evitare nuovi disagi alla rete e ai cittadini toscani.

Ecco il testo completo della lettera:

"Gentile Dottor Mazzoncini,
ho apprezzato la sua intervista di oggi a un importante quotidiano nazionale, in cui riconosce che "sono stati commessi degli errori" e che vi attrezzerete per "fare sì che non accada più".
Gli eventi atmosferici che si sono verificati in questi giorni hanno nuovamente evidenziato che il trasporto ferroviario, nazionale e regionale, non ha raggiunto il livello che tutti, da anni, auspichiamo.
Già a seguito di quanto avvenne nel 2009, nel 2010 e nel 2012 scrissi per tre volte  all'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato segnalando i profondi disagi e le difficoltà che gli utenti avevano riscontrato. Nelle lettere, che le allego, avevo inoltre evidenziato alcuni punti su cui ritenevo essenziale intervenire.
Il primo aspetto è quello dell'informazione agli utenti che deve essere tempestiva, esauriente e corretta.
Il secondo riguarda il potenziamento e il rinnovo dei deviatori poiché dove si è intervenuti sui dispositivi di riscaldamento si sono riscontrati meno disagi anche in presenza di rigidi eventi meteorologici.
Nelle mie lettere avevo richiesto la stesura di un cronoprogramma degli interventi previsti da Ferrovie dello Stato. In particolare in quelle circostanze ribadivo anche la necessità di prevedere un piano antineve che riguardasse gli snodi ferroviari di tutte le aree urbane della Toscana, non solo lo snodo fiorentino e dell'area metropolitana, ma anche quello delle città di Siena, Arezzo, Grosseto Pisa e della fascia costiera, che sono in stretta relazione con lo scalo della città metropolitana.
Torno oggi a chiedere sia un consuntivo di quanto realizzato che un nuovo preciso impegno su ulteriori interventi affinché non si ripropongano i disagi agli utenti.
Per permetterle di dare fin da subito concretezza ai suoi impegni le ricordo che è previsto tra oggi e domani un nuovo importante evento atmosferico, denominato Big Snow, che porterà nuovamente su tutta la Toscana neve e ghiaccio. Sono certo che, anche secondo quanto previsto dal contratto di servizio, Ferrovie dello Stato adotterà immediatamente tutte le disposizioni affinché siano attivate le misure idonee ad evitare disagi e carenze informative all'utenza.
La saluto confidando in una sua pronta risposta e nel consolidamento di un positivo rapporto di collaborazione tra Regione Toscana e Ferrovie dello Stato per l'interesse dei cittadini
".