Maxi furto ad Anghiari. Squarciano le gomme del titolare di un'azienda prima del colpo

Maxi furto ad Anghiari. Squarciano le gomme del titolare di un'azienda prima del colpo
Maxi furto ad Anghiari. Squarciano le gomme del titolare di un'azienda prima del colpo

Maxi furto nella prima serata di lunedì 12 febbraio all’azienda Graziotti di Anghiari, nota realtà della Valtiberina che commercializza macchine agricole forestali e da giardinaggio. Il colpo è stato studiato nei minimi dettagli.

Uno dei proprietari nel fare rientro nella propria abitazione è stato seguito dai ladri, una volta rincasato i soliti ignoti hanno tagliato le gomme della sua auto, subito dopo la folle corsa verso l’azienda. Con un mezzo di grossa cilindrata hanno sfondato il cancello e poi la vetrina. Nel giro di pochissimi minuti hanno portato via quanto più potevano, nello specifico una serie di motoseghe per un valore di circa 20mila euro.

L’allarme è scattato, ma il titolare una volta arrivato alla macchina ha potuto solo constatarne l’inutilità visto che aveva le gomme squarciate. L’allarme ha continuato a suonare e sul posto sono quindi arrivate le altre persone alle quali il congegno è collegato telefonicamente, ma ormai dei ladri non c’era più traccia.

L’azienda è circondata da telecamere di videosorveglianza, i malviventi lo sapevano benissimo, ma non è stata per loro una preoccupazione. Questo evidenzia la spregiudicatezza di queste persone pronte a tutto. Inquietante infatti è il modo in cui hanno gestito la premeditazione e la preparazione del colpo messo a segno in maniera precisa. Ma la trama di questo fatto non è la sceneggiatura di un film, purtroppo è cronaca vera e il modus operandi di questi spregiudicati mette in allerta una popolazione che si sente sempre meno sicura.

Le immagini delle telecamere sono ora al vaglio degli inquirenti che stanno indagando sul fatto.