Piena riuscita in piazza Torre di Berta a Sansepolcro per l’edizione 2018 dell’atteso Carnevale in piazza

Piena riuscita in piazza Torre di Berta a Sansepolcro per l’edizione 2018 dell’atteso Carnevale in piazza
Piena riuscita in piazza Torre di Berta a Sansepolcro per l’edizione 2018 dell’atteso Carnevale in piazza

Successo spettacolare per il grande Carnevale organizzato dal Comune biturgense con l’associazionismo, le categorie dei commercianti e le scuole del territorio: questa seconda edizione ha confermato la bontà di questa iniziativa, capace di coinvolgere centinaia di cittadini di tutte le età in maschera e migliaia di spettatori che nel corso del lungo pomeriggio domenicale hanno affollato le vie e le piazze del centro storico per ammirare la sfilata dei 22 gruppi mascherati e poi l’animazione in piazza Torre di Berta, fino all’atteso momento delle premiazioni e anche oltre, con il ballo in piazza che si è protratto fino al pomeriggio inoltrato. La giuria di esperti convocata dall’amministrazione comunale di Sansepolcro ha premiato per la categoria giovane i graziosissimi minions dell’asilo nido – scuola materna Santa Maria,  mentre per la categoria principale a farla da padrona è stata l’associazione Centopelli con la sua parodistica riproposizione della Buitoni, dal bambino che mangia (o meglio rifiuta) la pastina glutinata fino alla grandiosa ciminiera fumante dell’antica fabbrica. A seguire la pro Loco di S. Fiora, vincitrice nel 2017, con la divertentissima parodia della boxe che aveva come ospite il mitico boxeur Pietro Besi, in arte Zillone. Anche questa una performance irresistibile. Terzo classificato il fantastico gruppo Campanari con una sfilata ecclesiastica, dal Pontefice al sacrestano, che ha fatto ridere tutti, autorità, giurati e pubblico. Quarti gli Hippies anni ’60 coordinati da Luciano Giovagnini con un gruppo improntato all’ironica nostalgia dell’epoca dei figli dei fiori. Ma tutti i partecipanti vanno segnalati per l’originalità, la simpatia e in certi casi la bellezza delle loro fantasiose rappresentazioni. D’altra parte queste erano le categorie per le quali i giurati erano chiamati a votare. Importante il contributo della Misericordia e della Protezione Civile, che in tempi di direttive straordinarie sull’ordine pubblico ha garantito assieme alle forze dell’ordine il sereno svolgimento della festa. Da ricordare la maschera di Senzabriglie inventata da Donatella Zanchi e impersonata da Giuliana del Barna, quest’anno con due piccoli “Senzabriglini” al fianco. Assolutamente formidabile e vivacissima Silvia Epi, conduttrice e animatrice sul palco in piazza, così come Andrea Franceschetti, che guidava la grande parata nel centro storico. Bilancio più che positivo dunque per l’edizione 2018 del Carnevale di Sansepolcro, manifestazione risorta dalle sue ceneri per volontà dell’amministrazione dopo lunghi anni di silenzio e rinata a nuova vita con la vitalità mai spenta della gente di Sansepolcro.