Vandali in azione a Sansepolcro: scatta la polemica sui social sulle mura imbrattate con le bombolette spray

  • Vandali in azione a Sansepolcro: scatta la polemica sui social sulle mura imbrattate con le bombolette spray
  • Vandali in azione a Sansepolcro: scatta la polemica sui social sulle mura imbrattate con le bombolette spray
Vandali in azione a Sansepolcro: scatta la polemica sui social sulle mura imbrattate con le bombolette spray

Atti di vandalismo a Sansepolcro: scatta la polemica sui social dopo che sono state rese pubbliche le foto delle mura di via Sant’Antonio prese di mura da ragazzi muniti di bombolette spray che hanno imbrattato ogni angolo della zona con scritte offensive, disegni volgari e scarabocchi vari. Un gesto senza senso e che evidentemente va avanti da tempo dato che si notano chiaramente i diversi tratti di vernice fatti in momenti diversi. Ad essere stata deturpata della sua bellezza anche la fontana della piazzetta, un’opera che oltretutto è lasciata al completo abbandono, frutto di un progetto realizzato da una studentessa del Liceo artistico e che fu vincitrice di premio dedicato al tema che aveva sfruttato le linee prospettiche della piazza per disegnare questa bella opera. Ormai lasciata all’abbandono non viene nemmeno più riempita d’acqua dato che già in passato qualcuno la notte si “divertiva” ad otturare il foro del riciclo continuo e veniva quindi sprecata molta acqua. Ma non finiscono qui i problemi delle “bravate” giovanili dato che sui commenti che sono seguiti alla pubblicazione di queste foto in molti hanno lamentato il vero e proprio "ciondolamento notturno" di giovani e giovanissimi che nelle ore più tarde schiamazzano per le vie del centro storico e spesso ubriachi lasciano a terrà ciò che il loro stomaco non riesce più a contenere.

Degli adolescenti sono stati visti alcune sere fa scorrazzare lungo via Matteotti spingendosi a vicenda dentro un carrello del supermercato fino alla piazza e, data la pavimentazione irregolare, finire spesso rovinosamente a terra, motivo in più per farsi delle grasse risate. Nel fine settimana pare che altri abbiano fatto scoppiare una cassetta della posta in via del buon umore, sono stati allertati anche i carabinieri che ora stanno indagando. Sempre la noia la colpevole di questi gesti fatti da giovani che nel secolo in cui stanno crescendo non dovrebbero avere mancanze così importanti da dover ricorrere a divertimenti così sciocchi ed eccessivi, ma che invece preferiscono andare a ledere i bene pubblico e a scempiare il patrimonio storico e culturale di una città, che proprio pochi giorni fa è stata raccontata anche sulla tv nazionale per la sua bellezza, piuttosto che sfruttare la propria creatività su cose che potrebbero fargli decisamente più onore.