I pendolari della FCU fanno proposte organizzative al sindaco Bacchetta per migliorare il servizio ferroviario.

I pendolari della FCU fanno proposte organizzative al sindaco Bacchetta per migliorare il servizio ferroviario.
I pendolari della FCU fanno proposte organizzative al sindaco Bacchetta per migliorare il servizio ferroviario.

Una serie di proposte per migliorare il servizio ferroviario e un incontro con i soggetti istituzionali che si occupano della tratta ex-Fcu, in particolare con l’assessore umbro ai Trasporti Giuseppe Chianella e i vertici di Bus Italia.

Sono queste le principali richieste che Stefania Mencuccini - Vice-Presidente dell’Associazione “Il Mosaico - e una rappresentanza di pendolari altotiberini hanno inoltrato a Luciano Bacchetta, nella doppia veste di sindaco di città di castello e presidente della provincia di Perugia.

Le proposte consegnate a Bacchetta, raccolte in una sorta di piattaforma programmatica, puntano l’attenzione su una serie di sconti e rimborsi per chi abbia sottoscritto un abbonamento su ferro e una nuova politica tariffaria a bordo per togliere i sovraprezzi sui singoli biglietti. Su questo la delegazione di pendolari ha fatto riferimento a una specifica mozione approvata all’unanimità in un recente consiglio comunale tifernate.

Ma non finisce qui, i pendolari hanno chiesto di prevedere soluzioni integrative verso Ponte San Giovanni e Perugia S.Anna da immettere nell’orario invernale; sconti su abbonamenti mensili o annuali a chi abbia invalidità per gravi handicap; infine creare un organismo che elabori al meglio l’orario delle corse in modo da avere rispondenza con gli altri vettori. Il sindaco Bacchetta ha risposto positivamente alle sollecitazioni dei pendolari e ha assicurato che si farà promotore di una riunione a Perugia. Prossima tappa quindi, o fermata verrebbe da dire, l’incontro con l’assessore Chianella e i vertici di Bus Italia.