Incidente sul lavoro a San Paterniano. Stabili le condizioni dell'operaio rimasto ferito.

Incidente sul lavoro a San Paterniano. Stabili le condizioni dell'operaio rimasto ferito.
Incidente sul lavoro a San Paterniano. Stabili le condizioni dell'operaio rimasto ferito.

E’ ricoverato in condizioni stabili nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Città di Castello e verrà sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per la riduzione della frattura da schiacciamento nei prossimi giorni.

E’ questo il bollettino medico emesso dalla Usl 1 a seguito dell’incidente sul lavoro che è avvenuto ieri mattina a San Paterniano dove intorno alle 14, un operaio quarantaduenne di Città di Castello mentre stava lavorando disteso sulla passerella di un nastro trasportatore -all'altezza di circa 20 metri da terra- è rimasto incastrato col braccio nel macchinario.

Il fatto è avvenuto davanti agli occhi dei colleghi che hanno subito chiamato i soccorsi: un equipaggio del 118 e i vigili del fuoco del sono arrivati su posto.

L’uomo era di fatto rimasto imprigionato negli ingranaggi del macchinario su cui stava lavorando a 20 metri di altezza e per questo le operazioni di soccorso non sono state molti facili ed è dovuto intervenire il personale specializzato. 

I pompieri insieme ai sanitari sono saliti su un enorme cumulo di sabbia e dopo aver liberato il braccio dell'uomo, hanno verificato le condizioni generali dell'operaio e se ci fossero eventuali emorragie in corso.

A questo punto il quarantaduenne è stato posizionato sulla barella spinale e calato tramite un’altra barella rigida (la «toboga») dal cumulo di sabbia,

Una volta a terra il tifernate è stato subito portato in ospedale.

Alla cava di San Paterniano sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Cdc e i tecnici del Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (Psal) dell'Usl Umbria 1 per cercare di ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente e valutare eventuali responsabilità.