Furti a raffica nella serata di sabato. Battuta tutta la vallata da nord a sud.

Furti a raffica nella serata di sabato. Battuta tutta la vallata da nord a sud.
Furti a raffica nella serata di sabato. Battuta tutta la vallata da nord a sud.

Una banda, forse due, che da Perugia fino ad Arezzo ha messo a ferro e fuoco numerosi territori, ma la cosa più grave è che ci si trova di fronte a ladri armati di taser e pistola, stando almeno a quello che raccontano i testimoni dell’hotel di Ponte Valleceppi dove hanno assaltato un hotel, per poi giungere a Foiano della Chiana dove hanno messo a segno un colpo gemello.

In mezzo, l’Altotevere dove nella notte tra sabato e domenica sono stati segnalati decine di tentati furti, alcuni andati a buon fine, con le forze dell’ordine impegnate senza sosta.

Da Selci-Lama fino a Bivio Canoscio, San Secondo e Ranchi, poi Cerbara : una vera e proprio «mattanza» con appartamenti svaligiati, porte aperte dopo essere state danneggiate e abitazioni messe a soqquadro per cercare preziosi e oggetti di valore. Nel caso di San Secondo un vicino di casa si è accorto di quanto stava accadendo nell'appartamento a fianco e ha dato l'allarme urlando, riuscendo a far fuggire i ladri prima che finissero il colpo. 

Salendo verso nord un furto a Ranchi , poi a Città di Castello in via della Barca, nel quartiere di Graticole e in via dei Tigli a Riosecco, per arrivare a Cerbara con un’abitazione e persino un centro estetico. Segnalazioni anche da Selci Lama.

L’allarme è corso veloce anche sui social dove molti utenti nella notte tra sabato e domenica hanno segnalato auto e persone sospette:  c'è chi ha visto una vettura scura di grossa cilindrata con a bordo cinque persone; altri hanno invece segnalato una utilitaria chiara con all’interno quattro persone. 

Secondo le prime indagini da parte delle forze dell'ordine, le bande potrebbero essere due- se si considera la contemporaneità di alcuni colpi- che si sono mosse da nord a sud nel comprensorio. 

Nel frattempo sul web cresce la protesta per l'assenza delle telecamere lungo le principali arterie della città.