Botta e risposta sul futuro dell'arredo di Piazza Torre di Berta. L'argomento fra amministrazione e opposizione ancora tiene banco.

Botta e risposta sul futuro dell'arredo di Piazza Torre di Berta. L'argomento fra amministrazione e opposizione ancora tiene banco.
Botta e risposta sul futuro dell'arredo di Piazza Torre di Berta. L'argomento fra amministrazione e opposizione ancora tiene banco.

A Sansepolcro il tema dell’arredo in piazza Torre di Berta torna a dividere gli animi, a partire dalla polemica accesa in questi giorni dal Pd, secondo il quale l’arredo non si farà, smentendo gli annunci fatti dall’amministrazione del sindaco Cornioli nei mesi estivi, con l’assessore Marzi che aveva annunciato l’avvio dell’operazione dopo il Palio della Balestra del settembre scorso, mentre da quel momento nulla è accaduto. E i dem biturgensi non hanno risparmiato critiche al vetriolo alla giunta comunale su questo argomento. Ma ora arriva una prima risposta dalla maggioranza, e in particolare dal gruppo consiliare civico Il Nostro Borgo, al quale appartiene lo stesso primo cittadino. Con una sua nota Il Nostro Borgo riferisce che le cose non stanno come ha detto il Partito democratico, ma che invece l’amministrazione comunale realizzerà il progetto con una serie di modifiche grazie al confronto con la cittadinanza. I cambiamenti riguarderanno solamente la struttura centrale. Il Nostro Borgo aggiunge che “sono stati presi in considerazione alcuni suggerimenti di cittadini, categorie economiche e professionisti di Sansepolcro che sono apparsi opportuni e che sono giunti dopo un periodo di ascolto e confronto che l’amministrazione si era impegnata pubblicamente a intraprendere”. La nota ricorda infine che l’attuale “è la prima amministrazione che riesce a proporre un progetto per l’arredo della nostra Piazza dopo anni di incuria e mancanza di idee; tra l’altro l'intervento non graverà sul bilancio comunale perché l’amministrazione è riuscita a finanziare il progetto attraverso un bando”.