Siringhe negli autobus sostitutivi. La Lega chiede maggiori controlli

Siringhe negli autobus sostitutivi. La Lega chiede maggiori controlli
Siringhe negli autobus sostitutivi. La Lega chiede maggiori controlli

La situazione negli autobus sostitutivi nella tratta Sansepolcro-Perugia non accenna a migliorare. Risale infatti a martedì l’ultimo preoccupante avvenimento, il ritrovamento di una siringa in uno degli autobus. Una cittadina stava tornando da Perugia quando ha trovato all’interno del pullman una siringa ed ha documentato il tutto con delle foto. La Lega ha quindi denunciato il fatto chiedendo maggiori controlli. La signora stessa ha sollecitato il consigliere di San Giustino Corrado Belloni che è così intervenuto: “In più di un’occasione gli utenti degli autobus che sostituiscono il treno, nella tratta Sansepolcro-Perugia, si sono lamentati per una mancata sicurezza. La Lega in consiglio comunale a Città di Castello, con i colleghi Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini - continua Belloni - ha più volte sollevato la questione chiedendo maggiori controlli e ulteriori punti di illuminazione nelle stazioni. In regione il Vice Presidente del Consiglio, Valerio Mancini, dopo vari sopralluoghi, ha suggerito ad Umbria Mobilità di presentare esposti o denunciare i numerosi atti vandalici verificatesi nelle stazioni umbre. Ma la preoccupazione del territorio sembra essere una prerogativa solo leghista. Esprimo, dunque, solidarietà alla signora e annuncio una mozione in consiglio comunale che mi auguro verrà ripresa anche in regione, per chiedere maggiori controlli soprattutto negli orari più a rischio, ossia quelli dopo le 17. Urge ripristinare legalità perché la politica lassista del Pd ci ha tolto, non solo le infrastrutture ma anche la sicurezza cittadina. Trovare delle siringhe tra i sedili di un pullman è un fatto molto grave che mina la sicurezza degli utenti. Occorre intervenire e al più presto. A San Giustino la Lega chiederà maggiori controlli e un numero più cospicuo di controllori perché a quanto ci risulta la siringa è solo l’ultimo atto di un film già visto, in cui la sicurezza cittadina passa in secondo piano ma sono certo – conclude Belloni – che la questione, grazie alla Lega, arriverà anche in Regione”.