Castello Cambia: "Altrocioccolato, che la Giunta rinsavisca e si attivi per non perdere altri “pezzi di città”

Castello Cambia: "Altrocioccolato, che la Giunta rinsavisca e si attivi per non perdere altri “pezzi di città”
Castello Cambia: "Altrocioccolato, che la Giunta rinsavisca e si attivi per non perdere altri “pezzi di città”

"Apprendiamo con sconcerto dalle cronache che Altrocioccolato potrebbe lasciare Città di Castello. La presidente di Umbria E.S., Elide Ceccarelli, rileva nel “problema economico la vera causa della necessità di spostare Altrocioccolato da Città di Castello, unito a infinite difficoltà burocratiche che hanno reso impossibile continuare a lavorare così.” Dunque il problema economico e la colpevole latitanza dell’ente comunale hanno prodotto una serie di carenze che i volontari hanno dovuto sobbarcarsi con enorme fatica; dunque sono questi i motivi che stanno spingendo gli organizzatori a vagliare le offerte di altre amministrazioni molto più attente e consapevoli della bellezza e importanza di questa manifestazione, e non, come ha avuto la faccia tosta di affermare l’assessore Carletti “per il carattere itinerante” della stessa, tanto per scaricare ogni responsabilità sulle spalle di questi “nomadi” organizzatori equosolidali, avvezzi a scegliere di spostarsi di città in città! La miopia di questi amministratori è sconcertante: non paghi di aver contribuito con la propria inazione e colpevole indifferenza alla perdita di manifestazioni importanti come la Mostra del Cavallo, quella del Mobile in Stile, le giornate dell’Artigianato ( tanto per citarne alcune) ora mostrano la solita tracotanza di fronte al rischio di perdere l’ennesima occasione di rilancio economico e turistico del nostro Comune. Evidentemente sfuggono i dati eccellenti della ricettività turistica del weekend di Altrocioccolato, che hanno registrato il tutto esaurito, unica eccezione (o quasi) nel desolato panorama tifernate dei dati turistici, in progressivo calo dal 2014 , specie nel passaggio fra fine estate e inizio autunno, malgrado la presenza di altre manifestazioni. Siamo di fronte all’ennesimo schiaffo in faccia alla città e vorremmo capire le ragioni di questo trattamento: per questo abbiamo già inoltrato una richiesta di accesso agli atti per verificare se, quanti e quali contributi e/o servizi siano elargiti dal Comune a sostegno delle manifestazioni negli ultimi due anni. In tal modo saranno molto più chiare le politiche di sostegno di questa amministrazione al commercio e al turismo, e quali criteri usi la stessa per scegliere gli eventi meritevoli o meno di supporto. Ci auguriamo vivamente che questa Giunta rinsavisca, che faccia il possibile per ricostruire un rapporto di fiducia reale, al di là dei vuoti proclami, con gli organizzatori di una manifestazione come Altrocioccolato, che testimonia concretamente i principi della sostenibilità economica e solidale con proposte innovative e realistiche, capaci di elevare il livello culturale della città e riscuotere il pieno gradimento di tantissimi cittadini."