Raccordo della Piastra Logistica: i consiglieri Massetti e Tavernelli (PD) chiedono di conoscere i motivi della mancata apertura

Raccordo della Piastra Logistica: i consiglieri Massetti e Tavernelli (PD) chiedono di conoscere i motivi della mancata apertura
Raccordo della Piastra Logistica: i consiglieri Massetti e Tavernelli (PD) chiedono di conoscere i motivi della mancata apertura

Favorire l’utilizzo del raccordo sulla E45 in corrispondenza della piastra logistica è l’obiettivo dei consiglieri Vittorio Massetti e Luciano Tavernelli, che con un’interrogazione chiedono di conoscere “quali sono le problematiche che impediscono un’apertura imminente degli svincoli” e se sia possibile “avere tempi certi”. Gli esponenti della maggioranza intendono verificare anche “se è stata predisposta una adeguata segnalazione per convogliare soprattutto il traffico pesante nelle zone industriali di Cerbara, Regnano e zona industriale nord”. “Appurato che tutte le opere principali degli svincoli della E45 al confine tra i comuni di Città di Castello e San Giustino risultano essere in gran parte realizzate, compresa la segnaletica orizzontale”, Massetti e Tavernelli evidenziano che l’apertura del raccordo “produrrebbe dei consistenti benefici al traffico veicolare per tutta la zona industriale, che risulta congestionata in molte ore della giornata”. Per i consiglieri del Pd lo svincolo “potrebbe anche essere utilizzato come collegamento e raccordo tra il centro città e la zona nord della (Regnano, Cerbara), permettendo di evitare, sia la statale 3 bis, che la bretella di collegamento tra viale Europa, via Morandi, via Russel e via Marx, e di non utilizzare, quindi, percorsi, oggi obbligati ma non rispondenti a criteri di sicurezza, per l’elevato numero di mezzi pesanti che vi transitano”.