38esima Mostra del tartufo a Città di Castello: fervono i preparativi.

38esima Mostra del tartufo a Città di Castello: fervono i preparativi.
38esima Mostra del tartufo a Città di Castello: fervono i preparativi.

Fervono i preparativi in vista della 38° Mostra mercato nazionale del Tartufo Bianco di Città di Castello, prevista nel centro storico dal 27 ottobre al 1 Novembre prossimo. Nel programma sono coinvolti anche quest’anno i maggiori esperti di eccellenze locali e gli operatori commerciali specializzati nel tartufo e nelle sue elaborazioni. La kermesse abbraccerà di nuovo il centro storico per sei giornate nel corso delle quali si succederanno gli eventi tipici della mostra, a cominciare dallo spettacolo della cucina. La brochure è già stata diffusa in occasione del Salone mondiale del turismo dei siti Unesco a Siena, dove Città di Castello ha incontrato giornalisti e tour operator esteri assieme alle Città del Tartufo, e in questo fine settimana sarà distribuita a Umbriafiere di Bastia nell’ambito del Salone del turismo rurale. Confermati i tre mercati, Sapori di Tartufo, d’Italia e del Territorio, e i Saloni del Vino in collaborazione con i sommelier e dell’Olio con l’Aicoo. Inoltre sarà riproposto il Salone della biodiversità a cura della associazione Pro bio”. Ancora riserbo sugli eventi, che anche quest’anno faranno spazio agli ospiti d’onore e alla solidarietà. I Piatti della tradizione porteranno in tavola il tartufo per tutte le tasche e insieme una selezione delle ricette tipiche elaborate dalle società rionali Madonna del Latte, Riosecco e Monte Santa Maria Tiberina. I laboratori invece vedranno il ritorno di Slow Food e del Consorzio del Vitellone bianco dell’Appennino centrale. L’autunno è un mese importante per Città di Castello che si presenta su un circuito nazionale con eventi come la Mostra del fumetto in corso, Altrocioccolato che è in arrivo e, come momento di sintesi, appunto la Mostra del tartufo. Da ricordare che la Card musei proporrà nei giorni della manifestazione un ingresso agevolato a tutte le strutture museali, per permettere al visitatore di apprezzare e conoscere la città alla luce delle sue numerose e differenti caratteristiche. La mostra del tartufo è promossa da Comune tifernate, Comunità Montana Alta Umbria, Associazione Tartufai e Piano di Sviluppo rurale dell’Umbria.