Battesimo anghiarese per il nuovo escavatore con trincia

Battesimo anghiarese per il nuovo escavatore con trincia
Battesimo anghiarese per il nuovo escavatore con trincia

Parte da Anghiari nei pressi de La Maestà la programmazione dei lavori, con nuovi mezzi e risorse, di ripulitura dei fossi sul tratto storico della Reglia dei Mulini.

L’intervento nel suo insieme ha portato alla rimozione di specie arboree ed arbustive che rischiavano, in vista dell’inverno, di ostruire il passaggio delle acque meteoriche provocando allagamenti di case e terreni. A seguire i lavori è intervenuto il Sindaco di Anghiari e vicepresidente dell'Unione dei Comuni con delega al territorio Alessandro Polcri accompagnato dal geometra dell’Unione Mauro Graziotti. “La manutenzione periodica del reticolo idrico è uno strumento indispensabile per mitigare il rischio idrogeologico ed evitare allagamenti ed inondazioni. Grazie al nuovo escavatore con trincia idraulico e annesso rimorchio sarà possibile da ora in poi eseguire un lavoro incisivo, veloce e preciso nella manutenzione e nella prevenzione del rischio idrogeologico dei luoghi interessati. L’investimento da parte dell’Unione dei Comuni è stato importante – ha dichiarato il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri – ed era diventato necessario per intervenire in modo sostanziale e per risolvere situazioni di criticità che nel corso degli ultimi anni hanno creato diversi problemi. Il macchinario è all’avanguardia e consente di effettuare un’opera di pulizia e di manutenzione efficace nelle zone della Valtiberina che lo richiedono e che per tanto tempo non hanno avuto interventi concreti e mirati. Il lavoro è partito da Anghiari e coinvolgerà in seguito le altre zone del nostro paese e dei Comuni vicini. Un’opera che risponde alle esigenze del comprensorio tiberino e dei cittadini e che conferma quanto l’Unione dei Comuni ed il Comune di Anghiari in questo caso specifico abbiano a cuore l’importante tema della cura del territorio e della prevenzione”.