Baldaccio Bruni sconfitta 3-2 in casa dal Valdarno nel 13° turno del girone B di Eccellenza Toscana

Baldaccio Bruni sconfitta 3-2 in casa dal Valdarno nel 13° turno del girone B di Eccellenza Toscana
Baldaccio Bruni sconfitta 3-2 in casa dal Valdarno nel 13° turno del girone B di Eccellenza Toscana

La Baldaccio Bruni Anghiari ha perso 3-2 in casa contro il Valdarno nel match valevole per la 13esima giornata del campionato di Eccellenza Toscana Girone B. I biancoverdi sono passati in vantaggio con Poponcini, ma sono stati ripresi dal rigore di Mencagli e poi superati prima dall'ncornata di Pavani e poi dal sinistro dalla distanza di Mecocci. Nella ripresa nonostante l'nferiorità numerica dovuta all'spulsione di Ricci, la squadra di mister Benedetti ha accorciato le distanze ancora con Poponcini sfiorando nel finale anche il pareggio. Gli ospiti hanno collezionato la sesta vittoria consecutiva, gli anghiaresi sono invece caduti dopo tre affermazioni di fila (4 risultati utili) ed hanno incassato il secondo ko casalingo stagionale rimanendo fermi a quota 19 punti in graduatoria. Il Valdarno a livello di gioco ha confermato la sua forza, la Baldaccio èstata meno brillante rispetto alle ultime gare, ma ci ha comunque messo il cuore e non èuscita ridimensionata dal confronto. Ora un paio di giorni di riposo e poi di nuovo in campo per il turno infrasettimanale in programma mercoledì alle ore 14.30, quando il team di Benedetti affronterà sempre al Saverio Zanchi la Bucinese.

La cronaca di Baldaccio - Valdarno

Mister Benedetti deve rinunciare agli infortunati Bonci, D'rso, Bruni ed Angiolucci, ma ritrova Quadroni dopo il turno di squalifica. Baldaccio in campo con il consueto 4-3-3. In porta Giovagnoli, in difesa Aquilini e Vicidomini ai lati di Rosati e Poponcini, in mediana Ricci, Zurli e Massaccesi, in attacco Seno e Quadroni ai lati di Terzi. Nel Valdarno diretto da mister Nardi reparto offensivo sulle spalle di Bigeschi con Mecocci, Mencagli e Pavani a supporto.

La formazione anghiarese parte meglio e all' ottavo minuto passa in vantaggio con il perentorio colpo di testa effettuato da Poponcini sugli sviluppi di un calcio d'angolo che si infila alle spalle dell'incolpevole Alterini. Il team di Nardi reagisce subito e al 17esimo guadagna il calcio di rigore per un intervento in area di Ricci su Pavani che il direttore di gara decide di sanzionare con la massima punizione nonostante le proteste vibranti dei tiberini. Sul dischetto si presenta Mencagli che non sbaglia e realizza il pareggio. Il Valdarno non si accontenta e al 21esimo effettua addirittura il sorpasso con il colpo di testa della ex Pavani che si infila all'angolo opposto sugli sviluppi di un corner anche in virtù della deviazione di un giocatore biancoverde. La compagine anghiarese accusa il colpo e fatica a riprendere possesso del gioco. A suonare la carica ci prova al 28esimo. Quadroni con una punizione che viene rallentata dalla barriera (forse con un tocco di mano). Gli ospiti si difendono con ordine e al 34esimo segnano  la rete del 3-1 grazie al potente e preciso sinistro scagliato da fuori area da Mecocci che si infila all'incrocio. Nel finale di frazione non accade altro ed all'intervallo il Valdarno chiude con due gol di vantaggio.

Nella ripresa la gara si mantiene agonisticamente molto intensa ed al 10esimo la Baldaccio protesta quando una evidente reazione di Bigeschi viene sanzionata dall'arbitro solamente con il cartellino giallo. Il team di mister Benedetti prova ad alzare baricentro e ritmo, ma il Valdarno non arretra e si conferma squadra quadrata e in gran condizione, difendendosi e ripartendo in contropiede. Al 15esimo la situazione per i biancoverdi si complica in modo ulteriore quando Ricci viene espulso per doppia ammonizione, lasciando in inferiorità  numerica gli anghiaresi. Mister Benedetti prova a dare la scossa inserendo Fabianelli e Bruschi per Rosati e Vicidomini. Al 28esimo gol annullato per fuorigioco alla Baldaccio con Terzi che tocca in rete il tiro effettuato da Seno dopo essere partito leggermente al di là della retroguardia ospite. I biancoverdi accorciano le distanze al 30esimo con il velenoso cross di Poponcini che sorprende Alterini. Il gol incassato toglie sicurezze al Valdarno e carica alla grande la squadra di casa che si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Le opportunità  più nitide arrivano nel recupero, al 47esimo con il rasoterra di Seno deviato provvidenzialmente in corner da Alterini e al 48esimo con una botta dal limite di Poponcini che sorvola di poco la traversa. L'arrembaggio della Baldaccio non sortisce gli effetti sperati, ma conferma che la Baldaccio è una squadra viva nonostante la sconfitta.

Il commento di mister Benedetti

Abbiamo cominciato la partita con il piede giusto e realizzato il gol del vantaggio “ ha dichiarato a fine gara il tecnico biancoverde Andrea Benedetti “ma il rigore che ha portato al pareggio ci ha tolto qualche certezza e non siamo più riusciti ad esprimerci come nei primi minuti. Abbiamo commesso qualche disattenzione e il Valdarno, che è¨ una squadra molto forte, ne ha approfittato. La strada si è fatta decisamente in salita, ma pur avendo perso devo dire che la prestazione c'è¨ stata. Potevamo anche pareggiarla e non sarebbe stato di certo uno scandalo. Non voglio trovare alibi o giustificazioni alla nostra sconfitta, ma oggi anche alcune decisioni arbitrali non ci hanno convinto. Siamo dispiaciuti per il risultato negativo, ma mercoledì torneremo in campo per il match casalingo con la Bucinese e cercheremo di riscattarci.