Resoconto della seduta di Consiglio comunale del 7 novembre 2017

Resoconto della seduta di Consiglio comunale del 7 novembre 2017
Resoconto della seduta di Consiglio comunale del 7 novembre 2017

E' tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Umbertide. La seduta si è aperta con le comunicazioni del sindaco Locchi che ha annunciato la conclusione della conferenza dei servizi sulla vicenda Splendorini che ha visto la Regione dell'Umbria emanare una disposizione che introduce l'osservazione di alcune misure correttive e gestionali e nello specifico il divieto di conferire presso l'impianto di Calzolaro rifiuti urbani costituiti da frazione organica umida.

La seduta è poi proseguita con la discussione di una serie di interrogazioni ed ordini del giorno: Umbertide Cambia ha presentato un'interrogazione in cui ha chiesto alla Giunta delucidazioni in merito al Piano comunale di Protezione Civile. L'assessore Maria Chiara Ferrazzano ha risposto che il piano è stato approvato nel 2009 ed attualmente è in fase di aggiornamento; tale aggiornamento sarebbe dovuto terminare entro l'anno in corso ma a causa dell'emergenza sisma ha subito un ritardo e verrà portato a compimento nel 2018. Inoltre ha ricordato che Umbertide fa parte dell'Associazione dei Comuni dell'Umbria per la Protezione civile, finalizzata a favorire lo sviluppo e l'aggiornamento dei piani comunali e la successiva divulgazione tra la popolazione; a questo proposito il Comune ha già avviato uno specifico iter che prevede percorsi formativi ed incontri informativi per la popolazione oltre ad una app per gli smartphone, già disponibile sul sito internet del Comune.

Successivamente il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interrogazione sul Regolamento per la prevenzione e il contrasto del rischio della dipendenza da gioco d'azzardo; l'assessore Montanucci ha annunciato la prossima convocazione della commissione al fine di discutere il regolamento, affermando che il ritardo nell'approvazione è causato dalle difficoltà di applicazione degli incentivi per le attività che rinunciano ad installare slot machine dal momento che, per legge, tali contributi vanno coperti con un'apposita somma messa a bilancio. Inoltre ha illustrato le misure messe in atto dall'Amministrazione, specie per quanto riguarda il mondo della scuola dove da tre anni, in collaborazione con le unità di strada, vengono promosse iniziative volte a prevenire il rischio della dipendenza da gioco d'azzardo e per l'anno scolastico 2017/18 sono previsti incontri e spettacoli sul tema che coinvolgeranno circa 350 studenti.

Sempre il Movimento Cinque Stelle ha chiesto con un'interpellanza di prevedere, nella nuova gara per la gestione del servizio delle mense scolastiche, l'inizio del servizio in coincidenza con l'inizio dell'anno scolastico, proposta che è stata confermata dall'assessore Montanucci che ha anche affermato che l'attuale gestione, in scadenza il 27 novembre, verrà prorogata fintanto che non verranno espletate le procedure di gara.

Umbertide Cambia ha poi presentato un odg sul patto di cittadinanza tra Umbertide e le comunità straniere, chiedendo da una parte un percorso partecipativo per la costituzione del patto (e ritenendo opportuna, fino a che non si giungerà ad un accordo, la sospensione dei lavori di realizzazione del Centro culturale islamico), e dall'altra l'apertura in tempi brevi del cantiere per la realizzazione della ex serra per disabili. Il sindaco ha ribadito che è stato recentemente firmato un protocollo d'intesa tra Comune di Umbertide, Associazione Centro culturale islamico e Prefettura di Perugia che richiama il protocollo nazionale, prevedendo successivi accordi di dettaglio, e che vede tra i punti salienti la traduzione in italiano e la successiva trasmissione alla Prefettura dei sermoni e la trasparenza nella provenienza e gestione dei finanziamenti; inoltre in una prima fase è previsto il completamento del piano terra mentre la realizzazione del secondo piano avverrà in un secondo momento previo specifico accordo tra le parti. Come affermato dal sindaco, si tratta di un primo tassello di un percorso condiviso e partecipato che prevede anche la convocazione a breve di una commissione consiliare specifica.

Al termine dello spazio dedicato agli ordini del giorno e alle interrogazioni, è stato presentato un odg urgente del Movimento 5 Stelle riguardante il Regolamento di igiene e salute pubblica, in cui si chiedeva che le industrie insalubri di prima classe non potessero essere insediate a meno di mille metri dalle abitazioni e quelle già esistenti non potessero essere ampliate né in volume né in potenzialità.

La discussione in consiglio si è incentrata sulle categorie di aziende insalubri previste dalla normativa. L' elenco è molto ampio e comprende anche macelli, autocarrozzerie, etc. Il Sindaco ha ribadito l'importanza di salvaguardare l' ambiente e la salute pubblica senza però creare problemi al mondo del lavoro e quindi evitare di ostacolare lo sviluppo di piccole imprese del territorio. Il sindaco ha quindi proposto di fare un censimento delle aziende insalubri per individuare quelle che effettivamente possono determinare ricadute negative in termini di igiene e salute pubblica e alle quali è quindi necessario applicare limitazioni. Di tale argomento se ne discuterà in una specifica commissione. Inoltre non sono stati accolti gli emendamenti presentati da M5S e Umbertide Viva a causa dell'assenza di istruttoria da parte degli uffici.

La seduta è proseguita con l'approvazione con 9 voti favorevoli (Pd e Umbertide Cambia) e 3 voti contrari (M5S e Umbertide Viva) della rinegoziazione dei prestiti concessi dalla Cassa Depositi e prestiti che, come affermato dall'assessore Pier Giacomo Tosti, non ha determinato alcun allungamento dei mutui. Via libera del Consiglio comunale (9 voti favorevoli e 3 voti contrari) anche al Piano generale degli impianti pubblicitari, con l’obbiettivo, come ha affermato l'assessore Paolo Leonardi, di mettere ordine e regolamentare tutte le strutture pubblicitarie pubbliche e private. Sono state quindi censite tutte le strutture esistenti, predisponendone anche delle nuove; il piano generale è stato poi diviso in tre zone, centro storico, centro abitato e aree esterne, e sono state individuate varie tipologie di messaggio pubblicitario, commerciale, istituzionale e sociale. Infine è stato rinviato al prossimo consiglio il punto riguardante la classificazione degli immobili prevista dal Testo unico di Governo del territorio mentre è stato approvato l'anticipo dal 2018 al 2017 delle somme previste nel Programma triennale delle opere pubbliche per i lavori di finitura del Palazzo comunale visto che l'intervento sta procedendo in tempi rapidi.