Nominati i membri del nuovo Consiglio Direttivo dell'Associazione per la Tutela e Conservazione dei Monumenti in Alta Valle del Tevere

Nominati i membri del nuovo Consiglio Direttivo dell'Associazione per la Tutela e Conservazione dei Monumenti in Alta Valle del Tevere
Nominati i membri del nuovo Consiglio Direttivo dell'Associazione per la Tutela e Conservazione dei Monumenti in Alta Valle del Tevere

L’Assemblea Ordinaria dei Soci dell’Associazione per la Tutela e Conservazione dei Monumenti dell’Alta Valle del Tevere ha provveduto lunedì 20 novembre scorso alla nomina dei membri del nuovo Consiglio Direttivo come da Art. 12 dello Statuto. Il Presidente uscente Catia Cecchetti ha illustrato le attività sociali portate avanti nel corso di questo ultimo quinquennio finalizzate alla conservazione e valorizzazione del ricco patrimonio dell’Alto Tevere Umbro come da Art.3 dello Statuto  (promozione delle cose di interesse artistico e storico e in particolare  di iniziative che concorrono alla conservazione delle opere d’arte presenti nella zona; studi e ricerche sul patrimonio artistico per una più profonda conoscenza dello stesso; cura dei  restauri e organizzazione di  manifestazioni,  mostre e conversazioni d’arte).  Il nuovo Consiglio insediatosi mercoledì 29 novembre scorso, risulta costituto da  Cristian Beccafichi, Catia Cecchetti, Giuseppe Fortuni, M. Rita Olivieri, Francesco Rosi, Tiziano Sarteanesi, Laura Zamperoni; il Consiglio in prima seduta ha provveduto alla nomina del presidente confermando l’incarico a Catia Cecchetti; vice presidente Tiziano Sarteanesi e segretaria M. Rita Olivieri. Il rinnovato incarico alla Presidente è testimonianza della volontà di proseguire le attività iniziate nel passato ribadendo una fiducia e una continuità nel lavoro svolto. Tra gli impegni dell’Associazione merita ricordare l’evento “Alberto Burri e Luca Signorelli realizzato all’Oratorio di San Crescentino a Morra di Città di Castello nell’ambito delle Celebrazioni del Centenario dalla nascita del Maestro Alberto Burri in sinergia con la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri e in collaborazione con la Diocesi di Città di Castello tenutosi sabato 30 maggio 2015. Nel 2016 è stata presentata la pubblicazione degli atti del convegno: il 19 agosto 2016 all’Oratorio a Morra e il 29 aprile a Città di Castello nel Salone Gotico del Museo Diocesano  alla presenza di S. E. il Vescovo Domenico Cancian, del Prof. Bruno Corà Presidente della Fondazione  Palazzo Albizzini Collezioni Burri, del Vice Sindaco e Assessore alle Politiche culturali Michele Bettarelli. L’Associazione lavora da tempo al progetto relativo ai lavori di risanamento conservativo e restauro dei dipinti murali del Chiostro di San Domenico di Città di Castello; ha effettuato il 22 novembre 2016 un sopralluogo al Cimitero monumentale tifernate e presentato alle autorità competenti le criticità relative alla Chiesa e ad alcune cappelle monumentali quali quella della Beata “Cieca della Metola” dove è conservato un affresco in condizioni precarie del prof. Nemo Sarteanesi raffigurante la beata con altre non vedenti e il fondatore dell’Istituto “Cieche della Metola” il canonico Giacinto Faeti che nel 1918 accolse suore e laiche non vedenti fino al 1999, dando loro ospitalità, istruzione ed inserimento sociale. L’Associazione continuerà ad avere tra i suoi impegni prioritari e sociali attività di collaborazioni finalizzate  alla valorizzazione del patrimonio culturale e alla sua salvaguardia (iniziative culturali quali conferenze, presentazione libri, concerti, mostre ecc.) in sinergia con le istituzioni, le fondazioni, le associazioni di categoria, le scuole, i services, clubs, ecc.