Riaprirà a doppio senso il primo tratto di via della Resistenza. Istituito ora il limite di velocità a 30 chilometri orari

Riaprirà a doppio senso il primo tratto di via della Resistenza. Istituito ora il limite di velocità a 30 chilometri orari
Riaprirà a doppio senso il primo tratto di via della Resistenza. Istituito ora il limite di velocità a 30 chilometri orari

Sarà modificata nei prossimi giorni la nuova segnaletica stradale del primo tratto di via della Resistenza a San Giustino, nei pressi dell’incrocio tra la località Petricce e via Monte Rosa. Tutto ciò in attesa del completamento dei lavori del nuovo incrocio che l’amministrazione sta predisponendo con un progetto ad hoc. Pertanto, in questa fase sarà ripristinato il doppio senso di marcia per tutte le categorie dei veicoli nel tratto compreso tra l’incrocio e la nuova rotatoria, ma per rendere sicuro il tratto in questione, che sarà oggetto dell’intervento, verrà installato il segnale di stop sulla SP200 all’altezza dell’incrocio con via Monte Rosa; consentendo così l’accesso del flusso di traffico proveniente dalla località di Celalba con direzione San Giustino e sarà inoltre istituito il limite di 30 chilometri orari.

“Con questo ulteriore intervento – commenta l’assessore Massimiliano Manfroni, titolare della delega ai lavori pubblici - l’amministrazione ha cercato di coniugare la necessità di rendere sicuro uno spazio della nostra viabilità interna, appunto l’incrocio tra via Monte Rosa e la località di Petricce. Siamo in fase di completamento della progettazione del nuovo accesso al quartiere e programmiamo di definire l’iter dei lavori con il loro affidamento entro l’anno. Purtroppo la scelta della nuova soluzione ha richiesto più tempo di quello che avevamo preventivato all’inizio per varie cause: la più importante è quella di definire un nuovo tracciato sicuro per tanti cittadini che ogni giorno attraversano questo percorso. Ma vogliamo giocare anche d’anticipo, poiché questa misura è stata fatta in accordo con la Provincia di Perugia che è oramai in procinto di consegnare questa arteria direttamente alle competenze comunali. Infine, con questo provvedimento, che fa seguito alla realizzazione della rotatoria – conclude Manfroni - definiremo nell’arco delle prossime settimane la sistemazione definitiva con la messa in sicurezza di uno dei punti più critici che avevamo nella nostra rete urbana”.