Lignani Marchesani chiede una valutazione della giunta sulla formula della Mostra del Tartufo e sulla programmazione eventi

Lignani Marchesani chiede una valutazione della giunta sulla formula della Mostra del Tartufo e sulla programmazione eventi
Lignani Marchesani chiede una valutazione della giunta sulla formula della Mostra del Tartufo e sulla programmazione eventi

Chiede una valutazione complessiva della giunta sulla formula della Mostra del Tartufo e in generale sulla gestione del calendario delle manifestazioni ospitate in centro storico il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani, che ha presentato un’interrogazione per conoscere le motivazioni delle scelte effettuate dall’amministrazione comunale. Nel sollevare la questione del mancato coinvolgimento delle associazioni di volontariato locali nella rassegna dedicata al tartufo, “che avrebbe potuto rendere più ampio l'afflusso alla mostra e più vasta l'offerta espositiva”, l’esponente del Centrodestra chiede anche conto della “necessità o della possibilità di rivedere l'intervallo di tempo entro il quale si svolge la mostra e dare vita a un preventivo confronto con i Comuni limitrofi onde evitare sovrapposizioni negli stessi fine settimana”. Per Lignani rientra in questo quadro anche “la riflessione riguardo un'analisi costi-benefici della permanenza di tensostrutture nel centro cittadino che, se da un lato producono economie di scala, dall'altro blindano date di manifestazioni che devono svolgersi necessariamente a ridosso”. “Gli stand della mostra non aventi come oggetto il tartufo - rileva Lignani - erano, seppur con operatori diversi, già presenti anche nel week-end precedente con Altrocioccolato e conseguentemente la formula di sei giorni ha posto in sofferenza gli espositori, alcuni dei quali, in particolare nella giornata del 30 ottobre, hanno anticipato la chiusura dei propri stand”.