Democratici per Cambiare rispondono agli scissionisti PD: "comunicati a cadenza costante per screditare il lavoro dell'amministrazione con delle inesattezze"

Democratici per Cambiare rispondono agli scissionisti PD: "comunicati a cadenza costante per screditare il lavoro dell'amministrazione con delle inesattezze"
Democratici per Cambiare rispondono agli scissionisti PD: "comunicati a cadenza costante per screditare il lavoro dell'amministrazione con delle inesattezze"

"Con cadenza ormai costante stiamo assistendo ai comunicati di commento degli scissionisti PD che hanno come unico obbiettivo screditare il lavoro dell’attuale amministrazione con inesattezze e distorsioni della realtà, in cui si cerca solo di difendere il fallimento della precedente amministrazione, sancito dalle scorse elezione dai cittadini, da chi ne faceva parte.
Si parla di rinuncia al progetto europeo sul parco del fiume Tevere.
Quello che loro definiscono progetto era di fatto poco più di una idea, suggestiva e anche condivisibile come linee di fondo ma che di fatto era ben lontana da essere concretizzabile, non solo per disponibilità e volontà del comune ma anche per la scarsa convinzione di altri privati che sarebbero dovuti essere coinvolti.
Si rende merito alla regione del loro presidente Rossi per i finanziamenti per le ristrutturazioni sismiche cercando di svilire il ruolo del amministrazione comunale. Sarebbe da chiarire intanto che i finanziamenti vengono dal “Fondo Nazionale per la prevenzione del rischio sismico” e che se in Valtiberina, e a Sansepolcro in particolar modo, il risultato è stato così soddisfacente grazie a scelte dell’amministrazione, al lavoro fatto per uscire con lo stesso bando per tutti i comuni della Valtiberina e nel quale, contrariamente da quanto previsto dalla regione, veniva richiesta la certificazione da parte di un tecnico, questo ha garantito agli uffici di poter lavorare meglio e ha garantito un’alta qualità media delle domande, che sono risultate ammissibili per 76 su 80.
Per quello che riguarda la ferrovia per anni abbiamo chiesto alla precedente amministrazione di attivarsi per sollecitare la realizzazione dei lavori che interrompevano il servizio tra Città di Castello e Umbertide.
Nell ultimo anno siamo riusciti a fare fronte comune con gli altri comuni umbri dell’alta valle del Tevere, anche grazie a questo oggi abbiamo dei servizi aggiuntivi e l’inizio dei lavori tanto atteso. Vogliamo anche informarli che la durata dei lavori non dipende direttamente dall’amministrazione comunale di Sansepolcro, sulle tempistiche non siamo noi a fare previsione ma la Regione Umbria, noi ci siamo sempre e solo impegnati a verificare che vengano svolti nel minor tempo possibile".