Conclusa domenica 5 novembre la mostra storia del C.R.A.L. Buitoni. Grande successo e quasi 2000 visitatori

Conclusa domenica 5 novembre la mostra storia del C.R.A.L. Buitoni. Grande successo e quasi 2000 visitatori
Conclusa domenica 5 novembre la mostra storia del C.R.A.L. Buitoni. Grande successo e quasi 2000 visitatori

Si è chiusa domenica 5 novembre 2017 la mostra storica organizzata dal C.R.A.L. Buitoni nelle sale di palazzo Inghirami a Sansepolcro e dedicata alla memoria del Commendatore Marco Buitoni. Il successo incredibile dell’iniziativa è testimoniato dai quasi 2.000 visitatori che hanno esaminato il percorso espositivo, con la presenza della cittadinanza, delle scuole e delle associazioni culturali del territorio. Una testimonianza, quindi, del forte legame identitario della Città con una storia, quella della Buitoni, che ha lasciato una forte impronta e una traccia indelebile in Valtiberina e non solo. Le molte autorità che hanno voluto partecipare alle varie iniziative, a cominciare dalla giornata inaugurale, denotano il forte riconoscimento che l’azienda ha ottenuto in due secoli di vita, con un forte riverbero nell’età contemporanea. Hanno reso omaggio all’iniziativa il Sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli, l’Assessore alle Infrastrutture della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli e il Presidente della Provincia di Arezzo, Roberto Vasai. Una visita d’eccezione ha coronato questo successo, quella dell’Onorevole Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario del Ministero dei Beni Culturali, che ha espresso note di sincero apprezzamento per la Mostra e per l’iniziativa di costituire un “Museo Buitoni” a Sansepolcro. Quest’ultimo è uno degli obiettivi che il C.R.A.L. con il consenso della cittadinanza e degli addetti ai lavori si sono proposti e che ci auguriamo possa essere realizzato. Si tratta di una storia che non va dimenticata ma trasmessa ai posteri, come hanno dimostrato le presenze di autorevoli relatori che hanno animato il dibattito intorno alla mostra: il prof. Ivo Biagianti (Università di Siena), il prof. Giorgio Sacchetti (Università di Padova), il prof. Francesco Chiapparono (Università Politecnico delle Marche), il prof. Renato Corvino (Università di Perugia) e il prof. Pier Luigi Rossi (Università di Bologna).