Presentato presso la sala del Consiglio Comunale di Città di Castello il programma del Centenario della ricorrenza della scomparsa di Leopoldo Franchetti .

Presentato presso la sala del Consiglio Comunale di Città di Castello il programma del Centenario della ricorrenza della scomparsa di Leopoldo Franchetti .
Presentato presso la sala del Consiglio Comunale di Città di Castello il programma del Centenario della ricorrenza della scomparsa di Leopoldo Franchetti .

Dopo l' introduzione del Sindaco Bacchetta che ha ricordato l’impegno di Franchetti per lo sviluppo economico del territorio ed espresso riconoscenza di tutta la comunità locale per questa figura che ancora oggi indica direzioni e soluzioni per lo sviluppo della economia locale, la parola è passata al Vice-Sindaco Michele Bettarelli che ha presentato il risultato della prima fase delle celebrazioni con iniziative gestite dalle associazioni del territorio e sostenute dalla Fondazione Hallgarten-Franchetti. Oltre 50 sono  stati le associazioni coinvolti in un ricco programma di manifestazioni culturali che ha coinvolto più di 5000 persone fra visitatori e partecipanti agli eventi. Erano presenti i rappresentati del Comitato promotore del Centenario composto dalla Fondazione Hallgarten Franchetti, dalla Regione Umbria, dal Comune Città di Castello, da Tela Umbra e dalla Università degli Studi di Perugia.

Il prof. Capecci presidente della Fondazione Hallgarten Franchetti ha illustrato il programma delle manifestazioni ed iniziative previste nel corso dell’anno franchettiano. Tante manifestazioni che avranno il loro culmine nella organizzazione di  un Convegno nazionale dedicato alla figura di Leopoldo Franchetti che si svolgerà nel mese di marzo presso Villa Montesca con una appendice che si terrà a Perugia. Previste per il Centenario anche azioni che avranno lo scopo di restituire alla Città il patrimonio mobiliare e la sua consistenza ideale. In particolare il ritorno dell’archivio della Montesca e l’archivio delle scuole rurali che contiene disegni e composizioni dei bambini di Alice e che testimonia in modo scientifico il passaggio della Montessori alla Montesca. Nell’occasione dell’incontro di presentazione dell’archivio che sarà organizzato in collaborazione con la Sovrintendenza dei beni archivistici e bibliografici dell’Umbria e della Marche, verrà anche presentato ed avviato il progetto di digitalizzazione dell’archivio con la prospettiva di inserirlo nell’elenco della Memoria del mondo tenuto dall’Unesco. Fra le altre iniziative relative al patrimonio franchettiano è prevista la pulitura della tomba di alce e di Leopoldo che si trova presso il Cimitero Acattolico di Roma. Tale operazione è stata sostenuta dalle associazioni RL XI Settembre 904, RL I Liberi 1093, RL Armonia 1153, RL Illuminati 1447, Collegio Circ.le MM.VV.

Con il sostegno di Tela Umbra verrà anche riportata alle condizioni originarie la carrozza di Leopoldo.

Per le celebrazioni franchettiane è atteso in città lo scrittore Maurizio de Giovanni autore del popolare “i bastardi di Pizzofalcone” che parteciperà ad un incontro sul tema della narrazione del Meridione, tanto caro al Senatore.

In collaborazione con le scuole di Città di Castello e della Comunità educante dell’Altotevere verrà avviata la creazione di un ebook didattico che favorirà la scoperta e l’esplorazione dei temi franchettiani . legalità. Sviluppo economico e sviluppo educativo.

La figura di Franchetti è stata tracciata dal prof. Mario Tosti storico dell’Università di Perugia che ne ha evidenziato il ruolo nel processo della unificazione nazionale e la grande attualità delle proposte politiche e sociali.

Tutte le iniziative, assieme ad una elenco delle opere di Leopoldo Franchetti scaricabili in formato pdf saranno visibili sul sito dedicato al centenario. Franchettiano ww.centenariofranchetti.com

Il Sindaco di Città di castello ha inoltre inaugurato un pannello che sarà esposto presso la sede del Comune di Città di Castello e presso la villa Montesca per tutta la durata dell’anno

Il Centenario è stato insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica e del  PATROCINIO del Senato della Repubblica 

Nell’occasione poste italiane hanno concesso uno speciale annullo filatelico